Alessio Rossano Bellan dissolve le sue nubi al Camunia

Nonostante il sesto posto, in Rally 4, possa tradire all’apparenza il pilota di Taglio di Po, alla prima con le Michelin, guarda avanti, verso il Campionato Italiano Rally Asfalto

Foto: Mario Leonelli

Taglio di Po (RO), 29 Marzo 2022 – Voleva fare chiarezza nel proprio destino ed il risultato ottenuto da Alessio Rossano Bellan, al rientro dal recente Camunia Rally, è nettamente migliore di quanto il sesto posto di classe Rally 4 ed il settimo in gruppo RC4N faccia vedere.

Il pilota di Taglio di Po scendeva sul campo con una principale incognita, il passaggio dalle Pirelli utilizzate per tutto il 2021 alle Michelin, ed era proprio questa a rallentarne il passo sulla prima frazione di gara, quella di sabato scorso, chiusa all’ottavo posto di classe e decimo di gruppo.

Ero abituato ad un modo di guidare con Pirelli” – racconta Bellan – “e, passando a Michelin, all’inizio mi sono trovato in difficoltà. Non è che andassero male ma non me la sentivo e dovevo abituarmi. Sulla seconda prova di notte abbiamo avuto una piccola noia tecnica, non incisiva.”

Alla Domenica il portacolori di AB Motorsport, ritrovata la Peugeot 208 Rally 4 di Baldon Rally con Silvia Croce sul sedile di destra, continuava a migliorare l’affiatamento con le nuove coperture e riusciva a recuperare alcune posizioni, passando al settimo tra le Rally 4.

La ripetizione delle speciali di “Valsaviore” ed “Astrio” confermava un Bellan in progressione, autore di una sbavatura sulla prima delle due ma capace di mantenere intatto il bilancio.

Sulla seconda Valsaviore” – sottolinea Bellan – “abbiamo commesso un piccolo errore e, su una inversione, ci siamo ritrovati a dover fare manovra. Questo non ha cambiato la classifica.”

Con il classico colpo di reni il polesano sfruttava gli ultimi chilometri della “Valsaviore” per compiere un altro passo in avanti, chiudendo il weekend sesto di classe e settimo di gruppo.

Sull’ultima prova abbiamo trovato una bella quadra” – aggiunge Bellan – “ed il tempo uscito era abbastanza discreto. Se si guarda la classifica si potrebbe rimanere delusi all’apparenza ma, posso garantirvelo, non siamo andati piano. Abbiamo chiuso ventunesimi nell’assoluta ma fare i conti con i locali, qui come in ogni altro evento, è sempre molto difficile. A Sperlonga ce la siamo giocata perchè già conoscevamo la gara mentre qui era il nostro esordio. Sesti su quindici in classe, va bene così. Non volevo rischiare troppo con le Michelin e, sicuramente, qualcuno da casa, sul divano, dirà che siamo andati piano. Un bel weekend formativo per noi.”

Un risultato che dissolve parzialmente le nubi sul futuro sportivo di un Bellan che, nelle prossime settimane, potrebbe formalizzare la presenza al Campionato Italiano Rally Asfalto.

L’idea del CIRA ci piacerebbe molto” – conclude Bellan – “ed il budget c’è, la Silvia pure, la vettura ed il team Baldon Rally sono pronti. Devo solo capire se riuscirò a far combaciare un impegno così importante, in termini di tempo, con il mio lavoro. Sarebbe molto bello esserci.”

Comunicato Stampa

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente MM Motorsport al Trofeo Maremma: sei vetture gommate Pirelli alla “Prima” dell’IRCup Successivo Yukio Kagayama annuncia il proprio ritiro a 47 anni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.