Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto sono i nuovi campioni del CIR. Marquito Bulacia vince il Tuscan Rewind e si porta a casa il CIRT

Immagine Aci Sport

Marquito Bulacia-Marcelo del Ohannesian (Skoda Fabia Rally2 Evo) e Andrea Crugnola-Pietro Elia Ometto (Citroen C3 R5) hanno regalato una bellissima battaglia al Tuscan Rewind, atto conclusivo del Campionato Italiano Rally e del Campionato Italiano Rally Terra. A vincere la gara toscana è stato l’equipaggio sudamericano, con quest’ultimo che ha superato il duo della FPF Sport al termine della PS7. Grazie a questo risultato, Bulacia-Ohannesian si sono portati a casa il titolo CIRT 2020, mentre Crugnola-Ometto hanno conquistato il titolo CIR 2020 concludendo in seconda posizione a 13″5 dai vincitori.

Immagine Aci Sport

Gara da ricordare per Alberto Battistolli e Tony Cairoli. Ritiri amari per Giandomenico Basso e Simone Campedelli

Ottimo il terzo posto assoluto ottenuto da Alberto Battistolli-Simone Scattolin (+42.9), bravissimi a piazzare la loro Skoda Fabia Rally2 Evo davanti alla Fabia R5 di Jean Baptiste Franceschi-Florian Haut-Labourdette (+49.2). L’equipaggio francese avrebbe potuto puntare al podio, ma una foratura patita sulla PS7 li ha costretti a concludere ai piedi del podio. Quinto posto finale per Giacomo Costenaro-Justin Bardini (Skoda Fabia Rally2 Evo). L’equipaggio della Hawk Racing Club Srl ha preceduto la Hyundai i20 New Generation R5 degli ottimi Tony Cairoli-Cinzia Tomasi e le Skoda Fabia R5 di Enrico Oldrati-Elia De Guio e di Emil Lindholm-Mikael Korhonen. In Top 10 troviamo anche la Volkswagen Polo R5 GTI di Marco Signor-Francesco Pezzoli e la Hyundai i20 New Generation R5 di Alessandro Taddei-Andrea Gaspari. Gara da dimenticare invece per Giandomenico Basso e Simone Campedelli. Il primo puntava a riconfermare il titolo conquistato nel 2019 ma, un testacoda sulla PS2 e la successiva rottura di un cerchio sull’ultima prova speciale, hanno spezzato i sogni del pilota veneto. Un’uscita di strada ha invece costretto al ritiro il pilota romagnolo, il quale era in lizza per il tricolore terra. Campedelli e Sauro Farnocchia sono usciti indenni dall’incidente.

Paolo Andreucci-Anna Andreussi conquistano il CIR Due Ruote Motrici, mentre Andrea Mazzocchi-Silvia Gallotti vincono CIR Junior

Il Tuscan Rewind ha regalato a Paolo Andreucci ed Anna Andreussi il titolo CIR Due Ruote Motrici. L’equipaggio della FPF Sport, in gara con la Peugeot 208 Rally4, ha vinto la gara toscana precedendo le due Peugeot 208 R2 di Christopher Lucchesi Jr-Marco Pollicino e di Davide Nicelli-Alessandro Mattioda, mentre Daniele Campanaro ed Irene Porcu hanno concluso in quarta piazza con la loro Ford Fiesta Rally4. Infine, Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti si sono laureati campioni del CIR Junior. Questi ultimi hanno vinto la gara precedendo Giorgio Cogni-Gabriele Zanni e Mattia Vita-Massimiliano Bosi. Gara da dimenticare per il nostro Michele Bormolini, costretto ad alzare bandiera bianca in seguito ad una toccata.

Immagine Aci Sport
Immagine Aci Sport

Andrea Galati Giordano

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Moto2: Guizzo di Gardner che conquista la pole position nell'ultima gara stagionale Successivo TCR Italy: Mikel Azcona domina Gara 1 ad Imola

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.