BSB: Glenn Irwin trionfa a Silverstone anche in Gara 2

Il pilota della Honda si impone anche nella seconda gara del primo round stagionale regolando Kyle Ryde e Rory Skinner

Con una gara più attendista rispetto alla precedente, Glenn Irwin non ha comunque fallito l’obiettivo di vincere anche la seconda manche del primo round stagionale del British Superbike sul tracciato National di Silverstone, ancora una volta in lotta con le Yamaha private del team OMG Racing UK, che è riuscito a portare al traguardo una sola moto.

La performance mostrata ieri in Gara 1 dalla squadra diretta da Paul Curran, si è rivista nuovamente quest’oggi in Gara 2, con Bradley Ray e Kyle Ryde sempre velocissimi e costantemente nelle prime due posizioni, con il 24enne di Ashford capace addirittura di staccare i propri avversari ed avventurarsi comodamente in una fuga solitaria, che purtroppo l’ha visto in terra alla Luffield al 22° dei 30 giri complessivi.

A quel punto Irwin si è scatenato nella lotta contro Ryde, imprimendo un ritmo che solo il #77 è riuscito a tenere, visto anche l’allontanarsi di un ottimo Rory Skinner, inizialmente nel gruppo dei due, ma staccato di quasi un secondo al traguardo. Ad un solo giro dal termine Ryde ha provato ad incalzare Irwin, il quale ha tenuto duro ed ha transitato con soli 79 millesimi di vantaggio sul pilota della Yamaha, infilando il secondo successo consecutivo e candidandosi già come pretendente al titolo, sfruttando sia l’assenza di Tarran Mackenzie che un weekend non solidissimo da parte di Jason O’Halloran.

Il pilota di McAMS Yamaha ha chiuso solamente al sesto posto, peggiorando di una posizione il risultato di ieri e trovandosi già con 29 punti di distacco da Irwin, concludendo Gara 2 alle spalle anche di Lee Jackson ed Andrew Irwin. Dopo le difficoltà di ieri, Peter Hickman è riuscito ad entrare in top 10 con il 7° posto, davanti a Tommy Bridewell e Danny Buchan, con Christian Iddon a completare i primi dieci.

Difficoltà anche per Josh Brookes, che non ha iniziato la stagione nel migliore dei modi, e dopo il 13° posto di Gara 1 ha chiuso Gara 2 in 11ª posizione, davanti a Dan Linfoot, Ryan Vickers e Tom Nave. Dopo il ritiro di ieri Leon Haslam ha raccolto solamente un punto nella seconda manche, mentre Tom Sykes ha addirittura abbandonato anzitempo la contesa a causa di una caduta, che ha anche richiesto l’intervento della Safety Car nelle fasi iniziali.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Silk Way Rally e Dakar nei piani di Nikita Mazepin? Successivo 24 Heures Motos: Trionfo Yoshimura SERT alla 45ª edizione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.