BSB: O’Halloran si impone a Thruxton in Gara 1

credits: Twitter McAMS Yamaha

Rocambolesca gara nell’Hampshire, tra Safety Car e bandiera rossa. O’Halloran trionfa davanti ad Iddon ed Hickman

È stata una gara pazza quella vista oggi pomeriggio a Thruxton. Già al secondo giro, infatti, è dovuta entrare in pista la Safety Car dopo l’incidente che ha visto coinvolti Kyle Ryde e Joe Francis. Nessuno dei due si è fatto male, questa è la cosa importante. La Safety Car ha neutralizzato la corsa per tre giri, prima di rientrare ai box e lasciar sfogare i piloti in pista.

Fin da subito Jason O’Halloran ha comandato la contesa, partendo bene dalla pole position e gestendo il proprio vantaggio sugli inseguitori giro dopo giro. Non a caso, quando i suoi avversari hanno cominciato a staccarsi e gli unici a poter provare di impensierire il #22 della Yamaha erano Christian Iddon, Peter Hickman, e Glenn Irwin, O’Halloran ha piazzato la zampata finale, dopo aver ottimamente gestito le gomme per tutto l’arco della contesa.

Iddon, Hickman ed Irwin, infatti, si sono via via staccati dalla Yamaha #22, incamerando oltre due secondi, prima che il pilota della Honda non carambolasse in terra, con la moto che è rimasta in traiettoria costringendo l’esposizione della bandiera rossa.

Teoricamente Irwin sarebbe dovuto essere classificato a podio, visto il regolamento che prevede i risultati di un giro precedente all’esposizione della bandiera rossa, ma il pilota della Honda non è riuscito a riportare al parc fermè la propria CBR1000RR-R, venendo di fatto escluso dalla classifica di gara.

Il podio, quindi, è andato ad O’Halloran, Iddon ed Hickman, con tantissimi outsiders ad occupare le restanti posizioni della top 10. A completare la top 10, infatti, sono stati Ryan Vickers e Lee Jackson, mentre nelle altre posizioni troviamo Danny Kent, Bradley Ray e Gino Rea.

Nona posizione per Tarran Mackenzie, penalizzato con due secondi per una vicenda particolare. Al pilota della Yamaha era stato commissionato un Long Lap Penalty per un’infrazione sotto regime di Safety Car, ma il pilota #95 l’ha scontato solamente al penultimo giro, che di fatto è stato annullato dalla bandiera rossa. Per questo motivo la direzione gara ha deciso per i due secondi.

Il compagno di squadra di O’Halloran ha chiuso davanti a Tommy Bridewell, Andrew Irwin, Xavi Forés, Danny Buchan (penalizzato anch’egli con un Long Lap Penalty), Rory Skinner e Storm Stacey, mentre Josh Brookes ha nuovamente navigato nel buio e non è andato oltre il 17° posto.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F3: Nannini conquista la vittoria in Gara 2 all'Hungaroring Successivo CIV SBK: Pirro trionfa nella prima storica gara in notturna

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.