BSB: Tripletta McAMS Yamaha a Brands Hatch. O’Halloran e Mackenzie si spartiscono le vittorie

credits: Twitter McAMS Yamaha

Il campione in carica torna alla vittoria dopo mesi difficili e fa doppietta. O’Halloran è il nuovo leader del campionato

Un weekend trionfale, quello vissuto dal team McAMS Yamaha, nel quinto appuntamento del British Superbike a Brands Hatch. Il team di riferimento della casa dei tre diapason nella Superbike d’oltremanica ha conquistato una splendida tripletta sul tracciato del Kent, con il campione in carica Tarran Mackenzie che torna finalmente alla vittoria dopo mesi difficili in cui è stato vittima di un infortunio che l’ha visto lontano dalla pista per parecchio tempo.

Il vincitore dell’ultima edizione della British Superbike è tornato in pista solamente nel terzo round di Donington Park, andando costantemente a punti ed in piena top 10 per tutte le gare da lui disputate (assente a Knockhill in Gara 1 per una caduta durante le qualifiche), trovando la vittoria alla sua settima apparizione stagionale, trionfando per ben due volte la domenica ed arrivando secondo dietro il compagno di squadra Jason O’Halloran in Gara 1.

Il #22 della Yamaha ha conquistato, nella prima corsa del weekend, il quinto successo stagionale che gli consente di issarsi in cima alla classifica di campionato, in costante crescita dopo due round non all’altezza. Se a Silverstone ed Oulton Park l’australiano non era mai andato oltre il quinto posto, da Donington ha iniziato a guidare come all’inizio della scorsa stagione, conquistando cinque vittorie e quattro secondi posti.

Gara 1

Nella prima manche del weekend è stata grande bagarre fra le Yamaha e la Ducati di Tommy Bridewell, con O’Halloran che ha capitalizzato dalla pole position per vincere dopo essere rimasto in testa per la quasi totalità della contesa. Alle spalle dell’australiano è invece andata in scena una bella lotta a tre per la seconda posizione, con Mackenzie che, seppur con qualche rischio nelle ultime tornate, è riuscito ad avere la meglio sulla Bridewell e sull’altra Yamaha, quella privata, del leader di campionato Bradley Ray. Gara da dimenticare per Glenn Irwin, pilota di punta di casa Honda, la cui gara è finita dopo sole due curve, mentre si è conclusa in ottava posizione la gara di Leon Haslam. Più complicata, invece, la situazione per Tom Sykes, che dopo una partenza non impeccabile non è andato oltre la 13ª piazza in un circuito a lui congeniale, almeno sulla carta.

Gara 2

Mackenzie ha iniziato al meglio la domenica con la grande vittoria di Gara 2, in cui ha avuto la meglio sul compagno di squadra O’Halloran e su Bridewell, con Ray ed Haslam a completare la top 5. Un trionfo che ha rilanciato le quotazioni in ottica Showdown del numero 1, diventato così il sesto vincitore diverso di questa stagione della serie d’oltremanica. Scattato dalla pole position in virtù del giro veloce siglato in Gara 1, il campione in carica ha preso gradualmente il largo dopo aver inizialmente lasciato sfogare Ray nella parte iniziale. Un vantaggio accumulato simile a quello di O’Halloran in Gara 1, con un distacco intorno al secondo che gli ha permesso di giungere la traguardo con un buon margine.

Gara 3

Medesimo risultato in Gara 3 per il #1, che ha nuovamente battuto il compagno di squadra O’Halloran al termine di una bagarre destinata ad entrare nella classifica delle più belle di quest’anno, culminata soltanto all’ultima curva del giro conclusivo con un incrocio di traiettorie ed un arrivo in volata che hanno visto trionfare lo scozzese. Un risultato che permette a Mackenzie di diventare il “King of Brands” avendo ottenuto più punti di tutti nel corso del weekend, con un secondo posto e due vittorie, mentre l’australiano è il nuovo leader della classifica di campionato. Dopo un sabato concluso con una caduta dopo poche curve, Irwin è stato un altro degli assoluti protagonisti della domenica. Nonostante fosse scattato dal fono in Gara 2, l’alfiere della Honda ha rimontato alla grande fino a centrare la top 10, scattando nelle prima posizioni in Gara 3 e lottando per la vittoria nella prima fase, per poi chiudere al terzo posto tornando sul podio dopo un paio di round più complicati del previsto.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Effepi Sport e Simone Fruini vincono ancora: vittoria nella GR Yaris Rally Cup al Rally di Roma Capitale Successivo MXGP: Brian Bogers trionfa a Lommel

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.