CIV SBK: Pirro beffa Delbianco sul traguardo e fa sua Gara 2 di Vallelunga

credits: Facebook Barni Racing Team

Un duello da applausi chiude la Superbike 2021 in quel di Vallelunga, il pilota Barni brucia il rivale per cinque millesimi e porta a 51 il bottino di vittorie nel CIV

Sembrava fatta per Alessandro Delbianco. L’ingresso alla curva Roma, dopo aver resistito all’ultimo attacco di Michele Pirro alla Esse, lo vedeva davanti all’agguerrito rivale. Pochi metri ancora e sarebbe stata festa per la prima vittoria nel CIV Superbike, oltre che per i colori del team DmR Racing.

Il pilota della Ducati è entrato largo all’ultima curva, ma stringendo ed incrociando la traiettoria della Honda #52 che andava leggermente larga di traiettoria in uscita. Un incrocio che ha poi permesso a Pirro di beffare Delbianco in volata, grazie anche alla potenza del motore Ducati, che ha spinto in accelerazione subito dopo l’apertura del gas. Alla fine un duello durato praticamente metà gara si è chiuso con l’impietoso distacco di 5 millesimi a favore del pilota del team Barni.

Una gara bellissima, partita con tre protagonisti a fare l’andatura, con la Ducati #51 che ha dovuto sudare e non poco per riguadagnare terreno dopo una sbavatura nei primi giri a causa di una traccia di filler presente in pista, e con le Honda di Luca Vitali e Delbianco, appunto, a recitare la parte delle lepri. Pirro ha riguadagnato terreno e, complice la caduta di uno sfortunato Vitali, si è rimesso in scia alla Honda #52 griffata DmR.

Alla fine vince Pirro, ma Delbianco non ne esce sconfitto: ha dato tutto. Ha dato un bell’esempio di sportività quando ha ammesso che “più di così non si poteva fare”, riconoscendo la forza del rivale. Per lui doppio podio a Vallelunga, dopo quello clamoroso di ieri in Gara 1, e secondo posto in classifica generale. Per Pirro vittoria numero 51 che fa il paio con il numero che porta sul cupolino della sua Panigale V4 R.

Chiude il podio un bravissimo Alex Bernardi che, sulla pista dove lo scorso anno Lorenzo Savadori chiuse in bellezza la stagione del titolo italiano, porta a casa un podio con i colori Aprilia del team Nuova M2 Racing.

Con il titolo di Pirro già assegnato, Delbianco ha concluso la stagione al secondo posto davanti a Lorenzo Zanetti, che nonostante l’assenza nel gran finale di Vallelunga, ma mantenuto la terza posizione in campionato grazie anche alla caduta di Vitali, il quale è stato superato anche da Lorenzo Gabellini, che ha chiuso l’ultima gara stagionale al 4° posto.

L’appuntamento si rinnova per l’anno prossimo, sperando in una griglia più folta per una categoria che comunque mostra di essere divertente. L’arrivo della Kawasaki di Black Flag Motorsport potrebbe rinfoltire una griglia al momento triste con i suoi 10 piloti al traguardo, mentre il team Keope dovrebbe essere presente in pianta stabile con la Yamaha R1, oltre al team Penta Motorsport che dovrebbe schierare una seconda Suzuki in pista.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente CIV Moto3: Bartolini centra la doppietta a Vallelunga e si laurea campione italiano Successivo CIV PreMoto3: Ferrández centra la doppietta a Vallelunga e chiude in bellezza la stagione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.