Comunicato Suzuki Ecstar MotoGP: Suzuki chiude il campionato 2020 con un primo ed un terzo posto

Il Campionato del Mondo MotoGP 2020 si è concluso sotto un cielo splendente nello splendido all’Autódromo Internacional do Algarve del Portogallo. È stata una gara difficile per i piloti del Team Suzuki Ecstar, Álex Rins e Joan Mir, rispettivamente al decimo e ventesimo posto in griglia.

Entrambi i piloti hanno fatto buoni progressi fino al traguardo, con Rins che si è classificato settimo e Mir quindicesimo, ma la gara altamente competitiva è stata difficile da gestire. Mir ha avuto un contatto con un paio di piloti ed è sceso al ventesimo posto, mentre Rins è scivolato all’ottavo.

La coppia ha iniziato a recuperare e ad imporre il proprio ritmo per recuperare le posizioni perdute, ma per il neocampione Mir è diventato impossibile ed un problema elettronico lo ha escluso dalla gara al sedicesimo giro. Rins ha iniziato ad avvicinarsi al gruppo davanti a lui, ma al venticinquesimo giro ha iniziato a lottare con il feeling e l’usura delle gomme e si è dovuto accontentare del quindicesimo posto finale.

Nonostante la delusione in Portogallo, il Team Suzuki Ecstar è ancora estremamente fiero dei risultati ottenuti in questa stagione, con Mir che ha conquistato il Titolo Piloti, Rins che si è classificato al terzo posto finale ed il Team Suzuki Ecstar in testa al Campionato Teams. Tutti questi fantastici risultati arrivano nello stesso anno in cui la Suzuki ha vinto il Campionato del Mondo Endurance con il team SERT, così come i traguardi del centesimo anniversario e i 60 anni di corse dell’azienda.

L’intero team vuole estendere la propria gratitudine non solo alla Suzuki e ai piloti, ma a tutti quelli che hanno reso questa stagione possibile e a tutti i fan e i partner che ci hanno supportato per tutto il tempo.

Shinchi Sahara, Project Leader: “Questa stagione è stata la migliore che abbia mai vissuto, Joan ed Álex hanno fatto un incredibile lavoro. Speravamo di ottenere la “Tripla Corona” (Titolo Piloti, Titolo Costruttori e Titolo Team, N.d.R.) e la seconda posizione in classifica di Álex, ma sfortunatamente oggi non è stato possibile dopo una gara difficile. Tuttavia vuol dire che abbiamo un grande ed emozionante obiettivo per l’anno prossimo. Grazie a tutta la famiglia Suzuki, a quelli in fabbrica e a quelli in pista. Tutti hanno lavorato molto duramente per arrivare a questo punto.

Ken Kawauchi, Technical Manager: “Abbiamo avuto una grande stagione, ma quest’ultima gara non è andata secondo i piani. È stato lo stesso per tutti ed è sempre difficile essere su una nuova pista, ma ha reso difficile la scelta delle gomme ed il setting della moto. Nonostante una giornata difficile, ci sentiamo motivati a migliorare il prossimo anno. Grazie a tutti coloro che hanno tifato la Suzuki per tutta la stagione, lo apprezziamo davvero tanto.

Davide Brivio, Team Manager: “È stato un deludente finale di stagione; purtroppo Joan ha avuto alcuni problemi con la moto dopo il contatto con altri piloti. Álex ha lottato con la gomma verso la fine della gara, nonostante abbia fatto un’ottima partenza. I nostri due piloti hanno avuto diversi problemi oggi, che gli hanno impedito di fare un’altra fantastica gara, ma siamo estremamente felici di essere primo e terzo nel campionato e quest’anno è stato magico ed indimenticabile. Grazie ad entrambi i piloti per aver sempre fatto il massimo, a tutto lo staff del team e a tutti quelli coinvolti nel progetto.

Álex Rins: “La gara di oggi è stata un po’ difficile e ho sentito di aver fatto la scelta sbagliata delle gomme. Ho faticato fin dall’inizio con la dura al posteriore, all’inizio sono riuscito ad avvicinarmi ai piloti che mi precedevano, ma giro dopo giro ho perso aderenza e ho iniziato a indietreggiare. Ma alla fine sono contento del mio lavoro di quest’anno, e nonostante l’infortunio e alcune cadute sono riuscito comunque ad arrivare terzo in campionato. Sono davvero motivato ad iniziare già la prossima stagione!

Joan Mir: “Non ho potuto fare molti giri oggi, ma in quelli che ho fatto mi sono davvero divertito! Voglio scusarmi con Pecco perché ha avuto la peggio nel contatto che abbiamo avuto, quindi mi dispiace per lui. Dopo il contatto ho iniziato ad avere dei problemi con la moto dal lato dell’elettronica ed è stato impossibile per me finire la gara. Di sicuro troveremo il problema e ci lavoreremo per il futuro. Peccato non aver ottenuto un buon risultato oggi, volevo finire in alto, ma ovviamente sono ancora così felice di aver vinto il titolo e di poter festeggiare stasera con la squadra e con Álex, che è arrivato terzo in classifica.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Comunicato Prema Powerteam Italian F4: Gabriele Minì conquista il titolo italiano di Formula 4 2020 ad Imola Successivo Comunicato Prema Powerteam Formula Regional: Il Prema Powerteam ha un weekend altalenante ad Imola

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.