Dakar Auto: Carlos Sainz vince la terza tappa. Problemi per Sébastien Loeb

Audi conquista la sua prima tappa alla Dakar grazie allo spagnolo, mentre il francese accusa un pesante ritardo, causato da due forature e da un problema alla trasmissione

Terza tappa positiva per Audi Sport. La casa tedesca ha infatti conquistato la sua prima tappa alla Dakar grazie a Carlos Sainz. Il pilota madrileno ha percorso i 255 chilometri della prova ad anello di Al Qaisumah in 02H 26′ 51”. Alle spalle di Sainz troviamo la Toyota Hilux T1+ ufficiale di Henk Lategan (+38”). Il sudafricano della Toyota si é reso protagonista di una bellissima battaglia proprio con il portacolori di Audi Sport, ma alla fine si é dovuto accontentare del secondo tempo di giornata. Terza tempo per Stéphane Peterhansel. Il pilota francese, ormai fuori dalla gara dopo il problema avuto nella prima tappa, sta cercando di percorrere piú chilometri possibili per continuare lo sviluppo della RS Q e-tron. Quarto posto di giornata per Nani Roma, bravissimo a piazzare la sua BRX Hunter T1+ davanti alla Audi di Mattias Ekstrom e alle tre Toyota Hilux T1+ di Yazeed Al Rajhi (Team Overdrive), Giniel De Villiers e Nasser Al-Attiyah. Il qatariota ha disputato una tappa molto tranquilla e ora nella classifica generale puó vantare un grandissimo vantaggio nei confronti del suo primo avversario, ovvero Sébastien Loeb. L’alsaziano é incappato in una giornata nera, condizionata da due forature e dalla rottura dell’albero della trasmissione, quest’ultimo avvenuto solamente dopo10 chilometri. Loeb ha quindi dovuto affrontare la tappa con sole 2 ruote motrici. Il portacolori del team Bahrain Raid Xtreme ha concluso con 33 minuti di ritardo da Sainz. Tornando alla classifica della tappa, Lucio Alvarez e Orlando Terranova hanno completato la Top 10 assoluta.

Per quanto riguarda la classifica generale, Al-Attiyah continua a comandare la Dakar, ma il qatariota deve stare attento dopo aver ricevuto una multa di 5.000 euro e una squalifica (per il momento sospesa) dalla gara per essere arrivato al bivacco, al termine della seconda tappa, con la scatola nera scollegata. Quest’ultima registra tutti i dati di prestazione di ogni vettura e, secondo quanto dichiarato da Jean-Marc Fortin, i meccanici della Toyota si sarebbero dimenticati di collegare il data logger alla batteria. Se dovesse ripetersi questa infrazione nel corso dei prossimi 10 giorni di gara, Al-Attiyah verrebbe squalificata dalla Dakar. Per il momento Al-Attiyah precede Loeb (+37′ 40”) e Alvarez (+42′ 06”).

Precedente Dakar Moto: La terza tappa va a Joaquim Rodrigues e la sua Hero Successivo Moto2, Valentino Rossi: "Celestino Vietti può vincere quest'anno"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.