DTM: È doppietta Porsche al Norisring fra tanti incidenti. Preining trionfa davanti ad Olsen

credits: Twitter KÜS Team Bernhard

Il pilota del Team Bernhard trionfa inaspettatamente davanti alla vettura gemella guidata da Dennis Olsen, con René Rast a completare il podio

Thomas Preining ha vinto Gara 1 del DTM al Norisring. La corsa del sabato ha regalato tantissimi incidenti e colpi di scena. Pronti via e alla prima curva succede il disastro: Franck Perera (sostituto last minute di Rolf Ineichen, assente per malattia) ha mandato in testacoda Arjun Maini ed i piloti che si trovavano alle spalle del driver indiano non sono riusciti ad evitarlo. E cosi al primo giro ci devono salutare Maini, Marco Wittmann, Sheldon van der Linde, Nico Müller, Maximilian Buhk e David Schumacher.

La Safety Car esce al settimo giro, ma dopo qualche minuto la Ferrari 488 GT3 del team AF Corse condotta da Felipe Fraga è stata colpita dall’Audi di Dev Gore. Entrambi sono stati costretti al ritiro, ma i commissari non hanno chiamato l’ingresso della Safety Car. All’ottavo giro, però, la vettura di sicurezza è entrata in pista in seguito all’incidente che ha visto coinvolti Alessio Deledda, Esteban Muth e Perera. Il pilota italiano è arrivato lunghissimo in curva 1 centrando il belga, il quale successivamente è finito contro la Lamborghini del francese.

Con la Full Course Yellow e la successiva entrata della Safety Car, i team decidono di fare la sosta obbligatoria, con la gara che è ripartita al ventesimo giro. Purtroppo la bandiera verde è durata pochissimo, visto che Ayhancan Güven ha colpito la Mercedes di Maro Engel, con il tedesco che è finito contro il muro. La Safety Car esce al giro 28 e dopo qualche minuto il nostro Mirko Bortolotti ha colpito la Mercedes di Lucas Auer: il portacolori del Team Winward è finto contro il muro ed è stato costretto al ritiro, mentre il pilota del Grasser Racing Team è stato sanzionato con una penalità di 15 secondi.

Il trentino abbandonerà la gara per i troppi danni che ha subito la sua vettura. Anche il poleman Kelvin van der Linde deve abbandonare la gara per i troppi danni riportati sulla sua Audi. La parte finale della gara è stata molto più tranquilla, con Preining che ha tagliato il traguardo davanti alla Porsche di Dennis Olsen, bravissimo nel finale a superare l’Audi di René Rast, terzo al traguardo. Laurens Vanthoor ha piazzato la sua Porsche in quarta piazza, mentre Philipp Eng ha concluso in quinta posizione con la BMW M4 GT3 del team Schubert Motorsport. Maximilian Götz ha chiuso al 6° posto, mentre Luca Stolz ha ottenuto il settimo posto superando nel finale l’Audi di Ricardo Feller. Mikaël Grenier e Clemens Schmid hanno completato la top 10, con Marius Zug ultimo dei piloti arrivati alla bandiera a scacchi.

credits: DTM
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente W Series: Jamie Chadwick domina a Silverstone Successivo F4 Italia: Antonelli trionfa a Vallelunga in Gara 1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.