F1: A Silverstone arriva la prima pole in carriera per Carlos Sainz

credits: Twitter Formula 1

Il pilota della Ferrari centra finalmente il miglior giro in qualifica e brilla sotto la classica pioggia inglese regolando Verstappen per 72 millesimi

Dopo aver fallito il colpo nelle qualifiche del Gran Premio del Canada della Formula 1, un incredibile Carlos Sainz non sbaglia a Silverstone e conquista la prima pole position in carriera nella massima serie dell’automobilismo mondiale. Lo spagnolo della Ferrari si è imposto a sorpresa sotto la classica pioggia inglese, al termine di una sessione che ha messo in difficoltà tutti i piloti, sulla falsa riga di quando accaduto a Montréal ma con un risultato differente.

I due grandi favoriti per la pole, infatti, hanno chiuso dietro al pilota spagnolo, con Max Verstappen secondo a soli 72 millesimi da Sainz e Charles Leclerc staccato di oltre 3 decimi a causa di un errore nel corso dell’ultimo tentativo utile di attacco al tempo, dovendo così rinunciare alla prima fila, ma potendo contare di una partenza dalla parte pulita della pista nella gara di domani, così come il proprio compagno di squadra, nella speranza che entrambe le Rosse si trovino in testa alla conclusione del primo giro.

In seconda fila con Leclerc partirà Sergio Pérez e sarà nuovamente una partita Ferrari contro Red Bull, a meno che la Mercedes non ci metta lo zampino. Lewis Hamilton ha disputato una splendida qualifica concludendo quinto, superato proprio al calare della bandiera a scacchi dal messicano. Il pilota di casa sperava di chiudere nelle prime tre posizioni, ma come ha ammesso la strategia giocata con il proprio ingegnere nei due giri finali (penultima tornata un giro di raffreddamento poco utile) non ha funzionato. In terza fila avrà al proprio fianco la McLaren del sempre bravo Lando Norris.

Quarta fila per Fernando Alonso, che non ha sfruttato al meglio il fatto di essere transitato per ultimo nel giro finale, chiudendo comunque 7° e davanti al grande deluso di giornata George Russell. Il giovane pilota di casa una volta tanto si è dovuto inchinare ad Hamilton e proprio in condizioni di pista dove poteva fare la differenza.

La quinta fila è a dir poco sorprendente con Guanyu Zhou, abile a sfruttare il momento migliore per scendere in pista nel Q2, e Nicholas Latifi, che le ha azzeccate tutte una volta tanto. Per lui è stata la prima volta nel Q3 da quando è in F1, mentre il cinese c’era riuscito due settimane fa in Canada. La Q2 ha visto la pioggia aumentare di intensità dopo pochi minuti, non permettendo a Valtteri Bottas, Esteban Ocon e Daniel Ricciardo, candidati ad entrare in Q3, a non migliorarsi.

Con pista bagnata Pierre Gasly è uscito dalle ultime posizioni in cui era relegato nelle libere cogliendo una bella 11ª piazza. Male nel Q3 l’Aston Martin, che ha sbagliato tutto quel che poteva nella strategia mentre Alexander Albon era furioso per la scelta dell’ingegnere di fare un cool down nel momento clou e così le gomme non sono più andate in temperatura.

credits: Twitter Formula 1
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F3: Isack Hadjar trionfa nella Sprint Race Silverstone Successivo TCR Europe: Mike Halder conquista il primo successo stagionale al Norisring

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.