F1: Approvate tre gare di qualifica nel 2021

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
credits: Formula 1

Accordo unanime tra le parti per la disputa di una gara di qualifica di 100 km in due Gran Premi europei ed uno extra europeo. Appuntamenti ancora da definire

La Formula 1 si prepara ad entrare in una nuova era. A partire da quest’anno verrà sperimentato il nuovo format con la Sprint Qualifying che determinerà la griglia di partenza per la gara della domenica.

Il format di cui si è tanto parlato negli ultimi mesi è stato alla fine votato all’unanimità dalla FIA, dalla F1 e da tutti i team partecipanti. Saranno tre gli appuntamenti che sperimenteranno il nuovo format, che avrà luogo in due circuiti europei ed uno extraeuropeo, ancora da definire.

Sostanzialmente avremo due gare, una specie di Sprint Race ed una Main Race, un po’ come accadeva fino all’anno scorso in Formula 2 ed in Formula 3.

Il nuovo format

Con l’introduzione della Sprint Qualifying verrà modificato il format dei tre weekend che la sperimenteranno, con un programma abbastanza limitativo.
Il venerdì mattina si disputerà la prima sessione di prove libere, che sarà della durata di 60 minuti, mentre nel pomeriggio si disputeranno le qualifiche che andranno a determinare la griglia di partenza per la Sprint Qualifying. Esse si disputeranno come le classiche qualifiche del sabato pomeriggio, con le tre sessioni Q1, Q2 e Q3 della durata standard.
Il sabato mattina ci sarà la seconda sessione di prove libere, sempre della durata di 60 minuti, mentre nel pomeriggio si correrà la Sprint Qualifying, che si disputerà sulla distanza di 100 km e determinerà la griglia di partenza per la gara della domenica.

Ci sarà anche un’assegnazione di punti al termine della Sprint Qualifying, con i primi tre classificati che riceveranno rispettivamente 3, 2 ed un punto.

credits: Twitter Formula 1

Ciò che più stravolgerà l’attuale ed ormai ben collaudato format, è la scomparsa di una sessione di prove libere e la regola del parco chiuso, che verrà introdotta a partire dalle qualifiche del venerdì.
Questo vuol dire che dopo le prove libere del venerdì, le vetture non potranno più essere modificate a partire dalle qualifiche, con conseguente riduzione delle ore di lavoro richieste per il giorno successivo, e la disputa di una FP2 regolare senza dover riconfigurare le monoposto dopo la qualifica del venerdì.

Tra la Sprint Qualifying del sabato e la gara della domenica le vetture entreranno in un parco chiuso totale, in cui verrà permessa la sostituzione solamente di un limitato numero di componenti, la distribuzione dei pesi ed il sistema di raffreddamento di cambio e Power Unit, oltre che modifiche a molle ed ammortizzatori, camber, convergenza ed altezza da terra.
Ci saranno comunque alcuni elementi che potranno essere sostituiti senza incorrere in qualche penalità, come ad esempio l’ala anteriore, nel caso essa venga danneggiata durante la Sprint Qualifying.

Jean Todt, Presidente FIA: “Sono lieto di vedere che la Formula 1 sta cercando nuovi modi per interagire con i suoi fan e ampliare lo spettacolo di un weekend di gara attraverso il concetto di Sprint Qualifying. È stato possibile grazie alla continua collaborazione tra FIA, Formula 1 e tutti i team. La F1 si sta dimostrando più forte che mai con tutte le parti interessate che lavorano insieme in questo modo, e molto è stato fatto per garantire che gli aspetti sportivi, tecnici e finanziari del formato siano equi.

Stefano Domenicali, Presidente e CEO della Formula 1: “Siamo entusiasti di questa nuova opportunità che porterà i nostri fan in un weekend di gara ancora più coinvolgente nel 2021. Vedere i piloti che si affrontano per tre giorni sarà un’esperienza straordinaria e sono sicuro che i piloti apprezzeranno la lotta. Sono lieto che tutte le squadre abbiano sostenuto questo piano, ed è una testimonianza dei nostri sforzi congiunti per continuare a coinvolgere i nostri fan in modi nuovi, assicurandoci al contempo di rimanere impegnati per l’eredità e la meritocrazia del nostro sport.

Precedente CEV Moto2: Un problema tecnico rovina il weekend di Zetti Successivo Ecco le prime immagini della nuova Ford Fiesta Rally1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.