F1: Clamoroso ritorno in Haas per Kevin Magnussen. Sostituirà Nikita Mazepin

Il pilota danese ritorna nel Circus più importante del mondo dopo un anno di assenza. Pietro Fittipaldi confermato per i test in Bahrain

Si è finalmente conclusa la vicenda che è ruotata intorno alla Haas nelle ultime settimane, relative alla situazione interna al team americano dopo lo scoppio della guerra in Ucraina. La recente invasione da parte della Russia ha gettato scompiglio nel mondo intero ed anche lo sport, inevitabilmente, ne è stato indirettamente coinvolto.

Facendo una breve digressione per riassumere quanto successo da allora, nel corso della prima sessione di test pre-stagionali a Barcellona si è cominciato a parlare del Gran Premio di Russia, e tra questi il primo ad esporsi fu Sebastian Vettel, il quale dichiarò che non avrebbe corso a Soči qualora la gara si fosse disputata. Gara che dapprima è stata annullata per il 2022, per poi essere completamente cancellata anche per gli anni a venire, mentre la FIA ha deciso di consentire ai piloti di nazionalità russa e bielorussa di correre sotto bandiera neutra.

La Haas, invece, ha deciso di interrompere immediatamente sia i rapporti con il Title Sponsor Uralkali, che quelli con Nikita Mazepin, trovandosi scoperta per il resto della stagione. Le prime voci che sono circolate all’interno del Circus della Formula 1 relativamente al sostituto del pilota russo vedevano in Pietro Fittipaldi il nuovo pilota per la stagione 2022.

Il brasiliano nipote d’arte, tester della Haas dal 2018, corse per la squadra americana negli ultimi due round della stagione 2020, sostituendo l’infortunato Romain Grosjean in Bahrain e ad Abu Dhabi, e sarà al volante della VF-22 anche per i test pre-stagionali di questa settimana A Sakhir (che partiranno domani al Bahrain Internat Circuit).

Contrariamente a quanto si pensava, invece, non sarà Fittipaldi a correre per la stagione 2022, ma la Haas ha deciso di richiamare Kevin Magnussen, firmando un contratto pluriennale, partecipando anche ai test in Bahrain insieme a Mick Schumacher e Fittipaldi. Il pilota danese si è unito alla squadra americana nel 2017, secondo anno del team di Gene Haas in Formula 1, conquistando un totale di 96 punti con la Haas, con la quale ha disputato la sua migliore stagione in assoluto nel 2018, andando a punti in 11 occasioni e chiudendo al 9° posto nella classifica generale.

Günther Steiner, Team Principal: “Sono lieto di dare il benvenuto a Kevin Magnussen nell’Haas F1 Team. Quando cercavamo un pilota che potesse portare valore alla squadra, per non parlare della grande esperienza in Formula 1, Kevin è stata una decisione semplice per noi. La sua disponibilità immediata che possiamo attingere a lui come risorsa per i test pre-stagionali insieme a Mick Schumacher e Pietro Fittipaldi. Pietro sarà il primo in questa settimana con mezza giornata di prove di giovedì – questa è una grande opportunità per lui, con Mick e Kevin che faranno il resto prima del Gran Premio del Bahrain. Kevin è stato una componente chiave nei nostri precedenti successi, non ultimo quando entrambi abbiamo ottenuto i nostri migliori piazzamenti in Formula 1 nel 2018. L’anno scorso ha continuato a dimostrare di essere un pilota di auto da corsa d’élite aggiungendo vittorie e podi al suo curriculum. In quanto presenza veterana sia nel garage che nella sala di ingegneria, fornirà un solido punto di riferimento per noi con lo sviluppo in corso della VF-22. Non vediamo l’ora di dare il benvenuto a Kevin di nuovo questa settimana in Bahrain.

Kevin Magnussen: “Ovviamente ero molto sorpreso, ma ugualmente molto entusiasta di ricevere la chiamata dalla Haas. Guardavo in una direzione diversa rispetto ai miei impegni per il 2022, ma l’opportunità di tornare a gareggiare in Formula 1, e con una squadra che conosco molto bene, era semplicemente troppo allettante. Devo davvero ringraziare sia Peugeot che Chip Ganassi per avermi rilasciato prontamente: entrambe sono grandi organizzazioni. Naturalmente, voglio anche ringraziare Gene Haas e Günther Steiner per la possibilità di riprendere la mia carriera in Formula 1: so quanto siano competitivi entrambi e quanto siano desiderosi di tornare a gareggiare settimana dopo settimana. Abbiamo avuto una solida relazione ed i nostri buoni rapporti sono rimasti anche quando me ne sono andato alla fine del 2020. Sono stato informato il più possibile sullo sviluppo della VF-22 e sul potenziale nel pacchetto. C’è del lavoro da fare ma sono entusiasta di farne parte. Non vedo l’ora di tornare al volante di una vettura di Formula 1 in Bahrain.

Lineup 2021Pilota 1Pilota 2
MercedesLewis HamiltonGeorge Russell
Red BullMax VerstappenSergio Pérez
FerrariCharles LeclercCarlos Sainz
McLarenLando NorrisDaniel Ricciardo
Aston MartinSebastian VettelLance Stroll
AlpineFernando AlonsoEsteban Ocon
AlphaTauriPierre GaslyYuki Tsunoda
WilliamsNicholas LatifiAlex Albon
Alfa RomeoValtteri BottasGuanyu Zhou
HaasMick SchumacherKevin Magnussen
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Alessio Bellan, a Pavia, alla prima nella classe regina Successivo Tourist Trophy: Ian Hutchinson torna con TAS Racing

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.