F1: Colton Herta tester McLaren per il 2022

credits: McLaren F1

Il pilota americano entra nel programma di test della scuderia di Woking. Guiderà la MCL35M

Grande opportunità per Colton Herta. Il pilota americano, attualmente impegnato in IndyCar, è entrato ufficialmente a far parte del Car Testing Programme 2021 della McLaren, con la scuderia di Woking che ha sfruttato il nuovo Regolamento Sportivo della Formula 1 che permette ai vari team di svolgere dei test con le vetture vecchie di un anno ai sensi della disposizione di Testing of Previous Cars (TPC).

Herta ha debuttato nell’IndyCar Series nel 2017, disputando due stagioni nella IndyLights con Andretti, dove ha ottenuto un terzo posto in classifica generale nel suo anno di debutto, laureandosi vicecampione l’anno successivo.

A fine 2018 il debutto in IndyCar con Harding Racing, con il quale ha preso parte all’ultimo appuntamento stagionale di Sonoma. Con Harding Racing rimane anche nel 2019 e 2020, anni in cui Harding Racing si unisce ad Andretti Autosport. Con il team di Mike Harding il pilota americano conquista la sua prima vittoria nel secondo appuntamento stagionale di Austin, diventando il più giovane vincitore di una gara della serie d’oltreoceano.

Sotto le insegne di Andretti, Herta conquista il terzo posto assoluto nel 2020 ed il 5° nel 2021, siglando un totale di 6 vittorie da quando corre in IndyCar. Nel 2022 l’americano rimane con Andretti e nel primo round di St. Petersburg ha chiuso al 4° posto.

Andreas Seidl, Team Principal: “Colton è un talento in IndyCar e saremo interessati a vedere come si adatterà ad una vettura di Formula 1. Riteniamo che questo programma di test gli fornirà una preziosa esperienza, dimostrando al contempo il vantaggio di espandere i test delle auto precedenti per mostrare i piloti promettenti per il futuro.

Colton Herta: “Voglio ringraziare la McLaren per l’opportunità di fare i miei primi giri su una vettura di Formula 1, che è sempre stata nella mia lista dei desideri. Questa sarà una grande opportunità per me per acquisire una preziosa esperienza in una nuova forma di sport automobilistico ed imparare da un team così affermato come la McLaren.”

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F1: Ricciardo positivo al covid. Piastri potrebbe sostituirlo in Bahrain Successivo Supercross 250E: Jett Lawrence trionfa anche a Detroit

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.