F1/F2: La resa dei conti – Orari TV del GP di Abu Dhabi

credits: Twitter Sala Stampa F1

Verstappen contro Hamilton, Piastri contro Shwartzman. Gli ingredienti per un gran finale ci sono tutti

Ci siamo. Manca poco. Ancora pochi giorni. Poi tutto sarà finito. E ce ne ricorderemo. A lungo. La stagione 2021 è stata intensa, lunga, epica, emozionale. La Formula 1 ha vissuto una stagione incredibile, segnata dalla lotta fra Lewis Hamilton e Max Verstappen, fra la Mercedes e la Red Bull. I due piloti si daranno battaglia per l’ultima volta in questa stagione. Per l’ultima nel 2021. Per l’ultima volta nella F1 con gli attuali regolamenti.

La Mercedes ha letteralmente dominato la prima era ibrida, conquistando tutti i Campionati Costruttori e tutti i Campionati Piloti con Hamilton, Nico Rosberg e Valtteri Bottas. Se il tedesco è stato l’unico a spezzare il dominio di Hamilton vincendo nel 2016, il finlandese è stato fondamentale nel portare a Brackley 5 dei 7 titoli Costruttori, pur non avendo mai vinto il Campionato Piloti.

Quest’anno, però, tutto può cambiare. Sono 28 i punti che separano la Mercedes dalla Red Bull nel Campionato Costruttori, un distacco ancora importante che potrebbe regalare alla scuderia anglo-tedesca il decimo titolo mondiale. Quanto al titolo piloti è veramente difficile fare un pronostico. Hamilton e Verstappen sono a pari punti, con un vantaggio per l’olandese in termini di vittorie. Sostanzialmente l’alloro iridato andrà a chi dei due finirà davanti all’altro. Se vincerà Hamilton sarà il pilota più titolato del mondo e supererà Michael Schumacher. Se vincerà Verstappen, sarà Campione del Mondo per la prima volta e riporterà il titolo a Milton Keynes dopo 8 anni.

Il Gran Premio di Abu Dhabi segnerà l’ultima apparizione di Kimi Räikkönen, che lo scorso settembre ha annunciato il proprio ritiro. Ultima gara anche per il nostro Antonio Giovinazzi, rimpiazzato meno di un mese fa da Guanyu Zhou, che nel 2022 correrà in Formula E con il team Dragon/Penske. L’Alfa Romeo, quindi, correrà con il pilota cinese e con l’altro finlandese Bottas, che lascerà il sedile della seconda Mercedes nelle mani di George Russell. Il pilota della Williams, quindi, correrà la sua ultima gara con la scuderia di Grove, prima di lasciare il volante ad Alex Albon, che dopo un anno di assenza tornerà nel Circus iridato.


In Formula 2 Oscar Piastri si appresta a conquistare il titolo nella sua stagione da rookie, dopo aver compiuto la medesima impresa lo scorso anno in Formula 3. L’australiano della Prema è in lotta con il compagno di squadra Robert Shwartzman, l’unico che ancora matematicamente potrebbe battere il pilota Junior Alpine, dato il weekend non positivo di Zhou, che alla vigilia del Gran Premio dell’Arabia Saudita era secondo in campionato. Con 63 punti ancora da assegnare, a Piastri bastano 12 punti per laurearsi campione, ed è praticamente certo che lo diventerà.

Dopo aver terminato la propria collaborazione con MP Motorsport a causa di mancanza di budget, Richard Verschoor tornerà in F2 dopo aver saltato il GP dell’Arabia Saudita. Il pilota olandese sostituirà Enzo Fittipaldi nel team Charouz Racing System. Il pilota brasiliano si è infortunato all’inizio della Feature Race di Jeddah in seguito ad un incidente con Théo Pourchaire. Mentre Fittipaldi ha riportato la frattura del tallone destro, il francese della ART Grand Prix non ha riportato particolari danni fisici, pertanto proverà a scendere in pista sul circuito di Yas Marina. Ritornerà a correre anche Jake Hughes, il quale correrà con la HWA nell’ultimo Gran Premio nella serie cadetta della squadra tedesca.


Il Gran Premio di Abu Dhabi si svolgerà, come di consueto, sullo Yas Marina Circuit, che dopo essere stato pesantemente criticato da tifosi e piloti per essere piatto e noioso, è stato recentemente modificato in due curve per rendere più spettacolari le gare e favorire i sorpassi. Nello specifico sono state modificate sia la chicane con le curve 5-6, che la parte delle curve 11-12-13. La chicane 5-6 è stata rimossa e vedrà le vetture scendere dal piccolo rettilineo dopo curva 4 ed affrontare un tornante ad alta velocità, che sarà la nuova curva 5. La sezione delle curve 11-12-13 è stata anch’essa rimossa e vedrà le vetture affrontare un altro tornante ad alta velocità dopo il secondo rettilineo.

credits: Formula 1

Nonostante le 3 ore di fuso orario che intercorrono fra l’Italia e gli Emirati Arabi Uniti, Il weekend di Yas Marina vedrà finalmente i classici orari europei, con le qualifiche e la gara della F1 alle ore 14, con la diretta integrale di tutto l’evento su canale 207 di Sky (Sky Sport F1) e la diretta delle qualifiche e della gara della F1 in diretta anche su TV8.

Dirette Sky

Venerdì
Ore 08:30/09:30 – Prove Libere F2
Ore 10:30/11:30 – FP1 F1
Ore 14:00/15:00 – FP2 F1
Ore 15:25/16:00 – Qualifiche F2

Sabato
Ore 09:15/10:15 – Sprint Race 1 F2
Ore 11:00/12:00 – FP3 F1
Ore 14:00/15:15 – Qualifiche F1
Ore 15:40/16:45 – Sprint Race 2 F2

Domenica
Ore 09:55/11:15 – Feature Race F2
Ore 14:00/16:00 – Gara F1

Palinsesto TV8

Sabato
Ore 12:00/13:00 – FP3 F1 (DIFFERITA)
Ore 14:00/15:15 – Qualifiche F1 (DIRETTA)

Domenica
Ore 14:00/16:00 – Gara F1

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F2: Verschoor sostituirà Fittipaldi ad Abu Dhabi Successivo Primi test per la nuova BMW M4 GT4

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.