F1/F2: Orari TV del GP di Gran Bretagna

credits: Twitter Silverstone Circuit

Si sperimenterà la Sprint Qualifying per la prima volta, con le classiche qualifiche nel venerdì. Dirette esclusive su Sky, differite su TV8. In campo anche la Formula 2 e la W Series

Dopo una settimana di pausa, la Formula 1 torna di nuovo in azione in quel di Silverstone, per quello che si preannuncia il weekend forse più interessante al di là dei risultati. Sul circuito inglese, infatti, verrà sperimentato il nuovo format di gara che Liberty Media spera di adottare in futuro, con l’introduzione della Sprint Qualifying.

Verrà quindi stravolto tutto il weekend, con le classiche qualifiche che si disputeranno il venerdì e determineranno la griglia di partenza della Sprint Qualifying, che a sua volta determinerà lo schieramento per la gara di domenica.

Una situazione nuova per tutti, team e piloti, addetti ai lavori e fan, che si troveranno davanti ad un weekend completamente stravolto in termini di azione in pista, orari e regolamenti. Le vetture di F1 scenderanno in pista venerdì alle 15:30 (ore italiane) per la prima sessione di prove libere, ma successivamente affronteranno subito le qualifiche, che avranno luogo alle 19 e finiranno quasi al tramonto.

Tra la fine delle FP1 e l’inizio delle FP2, in programma sabato alle 13, le vetture entreranno in regime di parco chiuso, per cui non potranno essere modificate. Questo regime di parco chiuso tornerà nuovamente tra la fine delle FP2 e l’inizio della Sprint Qualifying, e tra la fine della Sprint Qualifying e l’inizio della gara di domenica.

Una situazione abbastanza caotica, sia dal punto di vista organizzativo, che anche dal punto di vista regolamentare, specialmente sul lato della scelta delle gomme. La Sprint Qualifying sarà una mini gara che si svolgerà nell’arco di 100 km (più o meno un terzo della distanza della gara) e sarà valida per determinare la griglia di partenza per la gara di domenica. In termini di tempo la gara durerà bene o male una mezz’ora, dove i piloti dovranno spingere al massimo e non dovranno preoccuparsi di gestire le gomme o di effettuare pit stop (che non sono obbligatori).

Importante, come già anticipato sopra, è il discorso legato alle gomme. Per questo weekend i team avranno un set in meno del previsto, passando dai tradizionali 13 set (2 Hard, 3 Medie, e 8 Soft) a 12 (2 Hard, 4 Medie e 6 Soft). Durante la qualifica del venerdì le auto potranno utilizzare solamente le gomme Soft, andando di fatto a far decadere la regola della partenza con la gomma con il quale si è passato il taglio della Q2, per cui in entrambe le gare le vetture potranno partire con qualsiasi gomma vogliano. Rimarrà, però, l’obbligo di montare almeno due set diversi durante la gara.

Importante è anche la questione legata all’utilizzo del DRS, che durante le gare è sempre stato possibile attivare dopo tre giri dalla partenza o dalla ripartenza dalla Safety Car, e che è attivabile quando un pilota si trovi entro il secondo di distacco dal pilota che lo precede. In occasione della Sprint Qualifying la tempistica di attivazione sarà la stessa, ma il delta necessario per l’attivazione del sistema di riduzione del drag aerodinamico aumenterà a 2 secondi.

Nel corso del 74° Gran Premio di Gran Bretagna, Lewis Hamilton proverà a tornare al successo a casa sua, dopo oltre due mesi di digiuno (l’ultima vittoria, infatti, risale al GP di Spagna a Barcellona lo scorso 9 maggio). Il pilota inglese, inoltre, potrebbe beneficiare anche dalla Sprint Qualifying, qualora riesca a chiudere in top 3, con Verstappen dal quarto posto in poi. Infatti la Sprint Qualifying assegnerà un punteggio ai primi tre classificati (con la formula 3, 2, 1), il che potrebbe permettere sia ad Hamilton che alla Mercedes di recuperare qualche punto su Max Verstappen e la Red Bull…

Dal canto suo la Red Bull potrebbe ulteriormente allungare in campionato su Hamilton e la Mercedes, forti di una situazione al momento molto favorevole sul lato tecnico. La scuderia tedesca, infatti, sembra stia pagando l’assenza del DAS ed il contemporaneo blocco alle modifiche del telaio e il cambiamento di regole circa il fondo della vettura, mentre la Red Bull, che dall’anno prossimo dovrà prodursi i motori in casa, sta attivamente sviluppando la vettura di quest’anno, al contrario della Mercedes, che ha interrotto il lavoro di sviluppo per quest’anno, dedicandosi completamente alla vettura 2022.

A supporto della F1 ci sarà anche la Formula 2, che vedrà rinnovarsi la sfida fra il leader Guanyu Zhou ed Oscar Piastri, attualmente distanziati di soli 5 punti in classifica, con Robert Shwartzman che insegue a debita distanza (12 punti di distacco dal cinese della UNI-Virtuosi).

Dovrebbe essere regolarmente al via Théo Pourchaire, reduce da un infortunio al polso sinistro nell’ultima gara di Baku, più di un mese fa. Il pilota francese si è recentemente calato nell’abitacolo di una Formula Renault 2.0L, accusando comunque delle difficoltà in sovrasterzo o controsterzo, ma spera quantomeno di conquistare almeno una ventina di punti nelle tre gare, sperando di passare i controlli FIA e tornare nuovamente in macchina.

Occhio anche a Jüri Vips, vincitore delle ultime due gare di Baku, e forte pretendente al titolo, come anche Dan Ticktum, reduce di un secondo posto nella prima gara in Azerbaijan e con due top 10 conquistate nella Sprint Race 2 e nella Feature Race.

Sarà un grande fine settimana anche per la W Series, che affronterà a Silverstone il terzo round stagionale, con attualmente tre pilote britanniche nelle prime tre posizioni. Sia Jamie Chadwick (attuale leader del campionato) che Alice Powell, vincitrici rispettivamente della seconda e della prima gara, proveranno nuovamente ad affermarsi in campionato, come anche Sarah Moore, attualmente seconda in campionato, con un secondo ed un 4° posto. Il GP di Gran Bretagna segnerà anche il debutto dell’inglese Abbi Pulling, pupilla della Chadwick, che sostituirà Gosia Rdest.

L’intero weekend di F1 ed F2 sarà in diretta su Sky, mentre TV8 trasmetterà in differita solo la Sprint Qualifying e la gara della F1. La gara della W Series verrà trasmessa su DAZN dalle 14:25 alle 15:00.

Dirette Sky

Venerdì
Ore 12:25/13:30 – Prove Libere F2
Ore 15:30/16:30 – FP1 F1
Ore 17:45/18:45 – Qualifiche F2
Ore 19:00/20:15 – Qualifiche F1

Sabato
Ore 09:45/10:50 – Sprint Race 1 F2
Ore 13:00/14:00 – FP2 F1
Ore 15.40/16:45 – Sprint Race 2 F2
Ore 17.30/18:15 – Sprint Qualifying F1

Domenica
Ore 11:45/13:00 – Feature Race F2
Ore 16:00/18:00 – Gara F1


Differite TV8

Sabato
Ore 20:15/21:00 – Sprint Qualifying F1

Domenica
Ore 19:00/21:00 – Gara F1

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F2: Matteo Nannini e Campos Racing insieme anche per la tappa di Siverstone Successivo F1: Presentata la monoposto 2022

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.