F1/F3: Gli orari del GP di Ungheria

credits: Twitter Formula 3

All’Hungaroring il weekend di fuoco prima della breve pausa estiva. Dirette esclusive su Sky, differite su TV8. In pista anche la W Series

Dopo una settimana di pausa, in cui violenti polemiche hanno accompagnato il periodo di stop dopo il Gran Premio di Gran Bretagna, è tempo di volare in Ungheria per disputare il round numero 11 del Campionato Mondiale di Formula 1 2021.

Come di consueto si rinnova la lotta al vertice fra Max Verstappen e Lewis Hamilton, che questa volta si disputerà anche al di fuori della pista. Nella serata di martedì, infatti, la Red Bull ha presentato ricorso circa la penalità ingiusta (secondo gli uomini di Milton Keynes) che è stata inflitta al pilota della Mercedes, che nonostante tutto è riuscito ad imporsi davanti a Charles Leclerc e all’altro alfiere della scuderia anglo-tedesca, Valtteri Bottas.

Se da una parte prosegue la battaglia tra Mercedes e Red Bull, dall’altra ci si aspetta uno spunto concreto da parte della Ferrari, che a Silverstone ha mostrato del buon potenziale, come visto soprattutto con Leclerc, il quale ha comandato la gara fino a pochi giri dal termine. Si è parlato parecchio, in questi giorni, di una Ferrari che possa addirittura puntare alla vittoria, ipotesi che fino alle prime 10 gare non è mai stata presa in considerazione, ma che con l’ultima gara a Silverstone sembra sia arrivata a livelli ben più alti rispetto all’ultimo anno e mezzo.

A Maranello manca una vittoria da quasi due anni, quando Sebastian Vettel e Leclerc deliziarono il pubblico di Singapore con una strepitosa vittoria, che seguì i due successi del monegasco a Spa e Monza, mentre l’ultimo trionfo in Ungheria è datato 2017, quando il tedesco riuscì con molta fatica e con l’apporto straordinario di Kimi Räikkönen (all’epoca suo compagno di squadra) ad imporsi sulle Mercedes di Bottas ed Hamilton, dopo aver guidato per una buona parte di gara con il volante storto.

La Ferrari cercherà anche di invertire il trend negativo di podi, che in questa stagione sono stati soltanto due, uno per pilota. Nonostante la pole di Leclerc a Monte Carlo, il pilota di casa, infatti, non riuscì a prendere parte alla gara, a causa del posteriore danneggiato dopo l’incidente in qualifica. Tuttavia Carlos Sainz riuscì a rendere meno drammatico il weekend di Monaco, centrando il primo podio stagionale e primo in carriera con la Rossa, chiudendo in seconda posizione dietro a Verstappen.

Leclerc non è riuscito a capitalizzare nemmeno la pole position al GP seguente, quando a Baku ha chiuso in quarta posizione, dietro a Sergio Pérez, Vettel e Pierre Gasly, rifacendosi poi con il secondo posto di Silverstone tra le Mercedes di Hamilton e Bottas.

La questione relativa al ricorso della Red Bull potrebbe, però, portare un’altra bandiera a Maranello, perché oggi alle ore 16 si deciderà se riaprire l’inchiesta (dopo la quale potrebbe essere comminata una nuova penalità ad Hamilton) o confermare la penalità che l’inglese della Mercedes ha avuto in Inghilterra.


Contemporaneamente alla Formula 1, in Ungheria vedremo in azione nuovamente la Formula 3, che all’Hungaroring affronterà il giro di boa della stagione. Mentre ormai sembra quasi certa la vittoria del campionato da parte di Dennis Hauger, Frederik Vesti e Jack Doohan si contenderanno il secondo posto in classifica generale, dovendosi comunque guardarsi le spalle dal possibile ritorno di Olli Caldwell.

I tre piloti, infatti, sono racchiusi tutti nell’arco di 4 punti, ed abbiamo già visto più volte come in questo campionato sia facile perdere tanti punti nel corso di un singolo weekend. I tre piloti sono distanti rispettivamente 41, 43 e 45 punti dal norvegese della Prema, che finora è stato l’unico a mostrare una certa costanza in quasi tutte le gare.


Anche la W Series sarà impegnata in Ungheria, dove si rinnoverà la lotta fra Alice Powell e Jamie Chadwick. Le due britanniche si stanno dando battaglia, con la prima che vuole conquistare il titolo per la prima volta, mentre la seconda vuole riconfermarsi dopo il trionfo della stagione 2019.

La Powell ha trionfato sia nella prima gara in Austria che nella gara in Inghilterra, con l’unico passo falso fatto nella seconda gara austriaca, dove ha conquistato l’8° posto, mentre la Chadwick ha chiuso al sesto posto la prima gara al Red Bull Ring, per poi trionfare nella seconda gara austriaca e salire sul terzo gradino del podio a Silverstone.


L’intero weekend di Formula 1 e Formula 3 sarà visibile in diretta esclusiva su Sky, con TV8 che manderà in differita solamente le qualifiche e la gara della F1.
La W Series, invece, sarà visibile sulla piattaforma di streaming DAZN.

Dirette Sky

Venerdì
Ore 10:00/11:00 – Prove Libere Formula 3
Ore 11:30/12/30 – FP1 Formula 1
Ore 13:45/14:30 – Qualifiche Formula 3
Ore 15:00/16:00 – FP2 Formula 1

Sabato
Ore 10:30/11:30 – Gara 1 Formula 3
Ore 12:00/13:00 – FP3 Formula 1
Ore 15:00/16:15 – Qualifiche Formula 1
Ore 17:50/19:00 – Gara 2 Formula 3

Domenica
Ore 10:40/11:45 – Gara 3 Formula 3
Ore 15:00/17:00 – Gara Formula 1

Differite TV8

Sabato
Ore 18:30/19:45 – Qualifiche Formula 1

Domenica
Ore 18:00/20:00 – Gara Formula 1

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente CIV: La preparazione per Misano passa dalla Coppa Italia Successivo CIV: A Misano il giro di boa della stagione, con il debutto delle gare in notturna

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.