F1: Gioco di squadra Ferrari in Francia. Charles Leclerc conquista la pole position al Paul Ricard

Il pilota monegasco è stato aiutato dal compagno di squadra Carlos Sainz, che gli ha fornito la scia durante la Q3, sacrificandosi a seguito della penalità in griglia

Si conferma il più veloce di tutti per la settima volta in questa stagione, uno Charles Leclerc sempre più uomo di punta della Ferrari e vero contendente al titolo nella lotta che vede la Rossa di Maranello contrapporsi alla Red Bull, vede in Max Verstappen l’attuale leader del Mondiale. Il pilota monegasco ha siglato il miglior tempo in 1:30.872, unico a scendere sotto il muro dell’1:31, rifilando 3 decimi al pilota olandese.

Leclerc è stato aiutato dal compagno di squadra Carlos Sainz durante entrambi i tentativi in Q3, con lo spagnolo che ha finalmente giocato di squadra dopo aver perso punti pesantissimi con il ritiro in Austria e con la penalità in griglia che lo vedrà partire dal fondo nella gara di domani. Sainz, infatti, ha cambiato la terza centralina elettronica nella giornata di ieri, venendo così penalizzato di 10 posizioni in griglia in quanto ne sono permesse solo due per la stagione. Nella giornata di oggi, invece, sulla vettura #55 è stata montata una nuova Power Unit, vista l’irrecuperabilità di quella andata a fuoco al Red Bull Ring.

Lo spagnolo ha dovuto spingere al massimo per tutte le tre sessioni di qualifiche, ingaggiando una lotta sui tempi contro Kevin Magnussen, anche lui penalizzato per l’utilizzo della quarta Power Unit, che l’ha posto in condizioni di partire, come il ferrarista, dal fondo della griglia. I due piloti hanno così dovuto contendersi la 19ª piazzola per domani, con il danese della Haas che ha poi ceduto in Q3, non scendendo in pista per disputare l’ultima sessione di qualifica, chiudendo 10° e senza tempo in favore di Sainz, che pur senza tempo è risultato 9° in quanto è comunque sceso in pista.

Vicinissimo a Leclerc nel primo tentativo, Verstappen ha pagato, come già scritto, tre decimi che gli sono valsi la seconda posizione in griglia di partenza, dopo un primo run che l’aveva visto a soli 8 millesimi dal monegasco. L’olandese della Red Bull ha chiuso davanti al compagno di squadra Sergio Pérez, il quale partirà in seconda fila ed avrà al suo fianco Lewis Hamilton. In difficoltà George Russell, il quale non è andato oltre il 6° posto, beffato sul finale dall’ottimo Lando Norris, capace di piazzare la sua McLaren in 5ª posizione dopo una brillante qualifica.

La quarta fila, invece, sarà composta da Fernando Alonso e Yuki Tsunoda. I due piloti hanno brillato molto di più dei rispettivi compagni di squadra, che quest’oggi erano anche gli idoli di casa. Esteban Ocon, infatti, è stato eliminato in Q2, chiudendo con il 12° tempo, mentre Pierre Gasly è stato il primo degli esclusi in Q1, chiusa con il 16° tempo. Con la penalità comminata a Sainz e Magnussen, Daniel Ricciardo guadagna così due posizioni, entrando in top 10 ed andando ad occupare la 9ª casella in griglia davanti proprio al francese dell’Alpine, mentre dietro di loro partiranno Valtteri Bottas e Sebastian Vettel.

Nonostante i nuovi aggiornamenti, la Williams non sembra aver trovato velocità, con Alex Albon solo 15° e Nicholas Latifi in ultima posizione, con in mezzo Gasly, Lance Stroll, Guanyu Zhou e Mick Schumacher. Peccato per la prestazione in Q1 del tedesco della Haas, che inizialmente aveva conquistato la top 10 sul finire della sessione, ma si è visto cancellare il miglior tempo per essere andato troppo oltre i limiti della pista in curva 9.

credits: Twitter Formula 1
credits: Twitter Formula 1
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F2: Logan Sargeant conquista la pole in Francia Successivo W Series: Jamie Chadwick vince al Paul Ricard

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.