F1: Il Qatar entra nel calendario 2021

credits: Formula 1

Il circuito di Losail ha inoltre firmato un contratto per 10 stagioni dal 2023

Come riportava l’ultima modifica del calendario della Formula 1, il 20° appuntamento stagionale era stato fissato dal 19 al 21 novembre in una località ancora da definire. Dopo numerose indiscrezioni ed ufficiosità date ai team, è arrivata oggi l’ufficialità del Gran Premio del Qatar.

Il Losail International Circuit, già famoso per ospitare il Motomondiale, si posizionerà come tappa finale del triple header che comincerà con la gara del Messico e proseguirà con quella in Brasile, e sarà inoltre la prima delle gare in Medio Oriente che chiuderanno la stagione, con i GP dell’Arabia Saudita e di Abu Dhabi.

Grazie all’intermediazione della Qatar Motor & Motorcycle Federation (QMMF) e delle autorità del Qatar, è stato inoltre siglato un accordo che prevedrà la permanenza in calendario del tracciato di Losail per 10 stagioni a partire dal 2023, con una pausa nel 2022 per consentire alle autorità locali di organizzare al meglio i Mondiali di calcio che si svolgeranno proprio in Qatar.

Stefano Domenicali, Presidente e CEO della F1: “Siamo molto lieti di accogliere il Qatar nel calendario della Formula 1 in questa stagione e per 10 anni a partire dal 2023. La Qatar Motor & Motorcycle Federation e le autorità sono state incredibili e si sono mosse a grande velocità per garantire che la gara possa svolgersi in questa stagione sul circuito di Losail, famoso per molti come ospitante della MotoGP. Abbiamo dimostrato che possiamo continuare ad adattarci e c’è un grande interesse per il nostro sport e la speranza di molte località di avere un Gran Premio. L’enorme sforzo di tutti i team, della F1 e della FIA ha permesso di realizzare un calendario di 22 gare, qualcosa di davvero impressionante durante un anno impegnativo e qualcosa di cui tutti possiamo essere orgogliosi.

credits: Formula 1

Abdulrahman Al-Mannai, presidente della Qatar Motor & Motorcycle Federation: “Questo è un giorno molto speciale per Qatar Motorsport e per le ambizioni della nostra nazione come ospite di importanti eventi sportivi. Sono molto orgoglioso di essere stato in grado di supportare la Formula 1 intervenendo e ospitando una gara nel nostro paese in un lasso di tempo così breve, assicurando al contempo un accordo rivoluzionario a lungo termine con la F1. Questo entusiasmante accordo significa che il Qatar sarà la casa sia della Formula 1 che della MotoGP per il prossimo decennio, che sono gli eventi di punta del Motorsport globale. Abbiamo una storia orgogliosa di Motorsport e questo è il prossimo capitolo per noi. Il Qatar sarà un’ottima destinazione per la F1 e non vediamo l’ora di accogliere presto tutti i piloti, le squadre, i media e i fan.

Jean Todt, presidente della FIA: “Mi congratulo con la Formula 1, la Qatar Motor & Motorcycle Federation e le autorità del Qatar, che hanno lavorato instancabilmente per rendere rapido ed efficiente il Gran Premio inaugurale del Qatar in questi tempi difficili. Il Losail International Circuit, che accoglierà la gara, ha lavorato a stretto contatto con noi per garantire che siano pienamente preparati per questa importante occasione. Siamo molto orgogliosi di questo risultato collettivo. Ringrazio il presidente della QMMF Abdulrahman Al-Mannai e Sua Eccellenza Salah bin Ghanem Al Ali, ministro della Cultura e dello Sport, per il loro coinvolgimento.”Questo impegno per la F1 a lungo termine, così come l’organizzazione della FIFA World Cup 2022 e di molti altri eventi internazionali, è un altro esempio della forte passione del Qatar per lo sport.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Motomondiale: Argentina in calendario fino al 2025 Successivo Motomondiale: Orari TV del GP delle Americhe

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.