F1: In arrivo la stagione più lunga di sempre. Svelato il calendario 2022

credits: Twitter Formula 1

23 Gran Premi, il debutto di Miami e il ritorno di Australia, Giappone, Canada, Brasile e Singapore. Ultimo GP a Soči

Il calendario 2022 della Formula 1 è stato finalmente rivelato, tracciando il corso per la prossima stagione mentre la nuovissima generazione di auto di si prepara a fare il suo debutto. La stagione 2022 di Formula 1 è destinata a essere la più eccezionale di sempre, con 23 gare previste rispetto alle 22 del 2021.

La nuova stagione comincerà nuovamente in Bahrain (dove è iniziata anche la stagione 2021) e si chiuderà sempre ad Abu Dhabi, classica tappa del finale di stagione da anni, con il circuito di Yas Marina recentemente rielaborato che chiuderà i lavori. Nel mezzo ci saranno altre 21 gare che si svolgeranno in cinque continenti, inclusa la prima volta che la F1 disputerà tre gare in Nord America dal 1984, grazie all’arrivo del Gran Premio di Miami.

Il nuovo appuntamento, che si svolgerà al Miami International Autodrome di 5,41 km, situato nel complesso dell’Hard Rock Stadium di Miami Gardens, sarà caratterizzato da 19 curve e tre rettilinei, con vetture che raggiungeranno una velocità massima di 320 km/h su un circuito progettato per incoraggiare le corse ravvicinate, un argomento molto presente nella mente collettiva della categoria nel 2022, quando la F1 vedrà l’introduzione di una nuova generazione rivoluzionaria di auto con la stessa intenzione.

credits: Formula 1

L’arrivo della pandemia di coronavirus ha fornito senza dubbio la più grande interruzione del calendario della Formula 1 nella storia di questo sport, annullando la prima metà della stagione 2020, mentre i suoi effetti si fanno ancora sentire ora. Sì, ne sono emersi aspetti positivi, con la F1 che esplora nuovi territori, oltre a rivisitarne alcuni più vecchi. Ma ci ha anche negato l’opportunità di gareggiare in alcuni amati circuiti del calendario.

Il piano è che quella situazione venga risolta nel 2022, con con il ritorno di Suzuka, Montreal e Melbourne, che cancellati nel 2021. Tornato in calendario in questa stagione per la prima volta dal 1985, ci sarà nuovamente il tracciato di Zandvoort, mentre sarà ancora presente Imola per quello che sarà il terzo anno consecutivo di gare sul classico tracciato italiano e dopo che il governo italiano ha avallato la proposta di tenerlo in calendario fino al 2025.

Soči, nel frattempo, ospiterà il suo ultimo Gran Premio di Russia prima che l’evento si sposti sul circuito Igora Drive di San Pietroburgo per il 2023. Una delle vittime della pandemia di Covid-19 in corso è il Gran Premio di Cina, che non comparirà nel calendario 2022, con piani per il ripristino della gara di Shanghai in futuro, quando le condizioni lo consentiranno.

Un cambiamento nel calendario 2022 sarà l’accorciamento del weekend del Gran Premio di Monaco da quattro giorni a tre. Il venerdì a Monaco era tradizionalmente un giorno di non azione, con compiti mediatici che si svolgevano il mercoledì, FP1 ed FP2 il giovedì, una pausa il venerdì, poi le FP3 e le qualifiche il sabato e la gara di domenica – una consuetudine dettata dal tradizione che il giorno del mercato di Monaco sia il venerdì. Il 2022, tuttavia, vedrà il fine settimana compresso nei tre giorni standard, in parte per aiutare con la logistica delle squadre, che dovrebbero poter arrivare a Monaco un giorno più tardi del solito.

L’azione prenderà il via in Bahrain il 20 marzo con il double header che darà il via alla stagione, con la F1 che si sposta poi sul circuito di Jeddah per quello che sarà il secondo Gran Premio dell’Arabia Saudita, dopo il debutto dell’evento previsto per questo dicembre.

La stagione terminerà il 20 novembre con il Gran Premio di Abu Dhabi. È un programma serrato che presenterà anche due triple header. Ma questo ha il vantaggio di fornire ai team e al personale di F1 una pausa invernale considerevole prima della stagione 2023.

credits: Twitter Formula 1
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente MotoGP, Mick Doohan: "Miller deve lottare per il titolo nel 2022" Successivo F2: La stagione 2022 sarà la più lunga di sempre

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.