F1: La Ferrari domina le qualifiche di Monaco con Leclerc in pole davanti a Sainz

credits: Twitter Mohammed ben Sulayem

Il pilota monegasco conquista la seconda pole consecutiva a Monte-Carlo, con Sainz 2° davanti alle Red Bull di Pérez e Verstappen

Si conferma terreno di caccia, almeno in qualifica, il circuito di Monte-Carlo per Charles Leclerc. Il pilota della Ferrari ha letteralmente dominato i primi due giorni del Gran Premio di Monaco fin dalle prove libere, siglando un incredibile 1:11.376 durante il primo run, seguito a ruota dal suo compagno di squadra Carlos Sainz, 2° a poco più di due decimi di distacco.

Il monegasco si stava addirittura migliorando nell’ultimo tentativo, quando Sergio Pérez è andato contro le barriere alla curva subito prima del tunnel, con Sainz che non ha visto in tempo le bandiere gialle esposte dai commissari, carambolandogli addosso. La qualifica è stata così sospesa dalle bandiere rosse a circa un minuto dal termine, senza poi essere ripresa, così Leclerc ha potuto piazzarsi in cima alla classifica dei tempi a Monaco per la seconda volta consecutiva, dopo la pole ottenuta l’anno scorso.

Ha faticato la Red Bull, con Pérez capace di piazzare la zampata solamente nelle FP3 di questa mattina, quando ha concluso con il miglior tempo l’ultima sessione di prove libere. Il messicano della Red Bull ha alla fine ottenuto il 3° miglior riferimento cronometrico in qualifica, davanti al suo compagno di squadra Max Verstappen, non a suo agio tra i muretti del Principato.

credits: Twitter Formula 1

Non ancora in ottima forma a causa della tonsillite che lo sta affliggendo già dal weekend precedente di Barcellona, Lando Norris continua a fare bene e conclude con il 5° tempo davanti ad una Mercedes in difficoltà, con George Russell 6° e Lewis Hamilton 8° dietro all’ottimo Fernando Alonso, mentre Sebastian Vettel ha finalmente riportato l’Aston Martin in Q3 con il 9° tempo davanti all’altra Alpine, quella di Esteban Ocon.

Hanno sfigurato le vetture motorizzate Ferrari, con l’Alfa Romeo che non è riuscita a conquistare l’accesso alla Q3 con Valtteri Bottas, solo 12° e dietro a Yuki Tsunoda, mentre Guanyu Zhou ha concluso con l’ultimo tempo. In casa Haas, invece, Kevin Magnussen ha chiuso 13° e Mick Schumacher 15°. In mezzo la McLaren di Daniel Ricciardo, ancora una volta evanescente.

Difficoltà per Pierre Gasly, che non è andato oltre il 17° tempo e non è stato all’altezza del giapponese suo compagno di squadra. Stesso discorso si può fare per Lance Stroll, 18°, mentre le due Williams hanno chiuso con Alex Albon in 16ª posizione e con Nicholas Latifi penultimo.

credits: Twitter Formula 1
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente MotoE: Dominique Aegerter trionfa al Mugello in Gara 1 Successivo CIRA: Simone Campedelli e Gianfrancesco Rappa si aggiudicano il 54° Rally del Salento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.