F1: Leclerc si prende di forza la pole a Baku

credits: Twitter Formula 1

Il pilota della Ferrari si impone alla grande nelle qualifiche in Azerbaijan e centra la 15ª pole con la Rossa di Maranello, eguagliando Felipe Massa

Cambiano i circuiti, ma non cambia il dominio di Charles Leclerc in qualifica. Dopo le tre pole consecutive a Miami, Barcellona e Monaco, l’alfiere della Ferrari infila anche la quarta al Baku City Circuit, sede del Gran Premio dell’Azerbaijan della Formula 1, portandosi a casa la 15ª pole in carriera (e 6ª stagionale) con la scuderia di Maranello, eguagliando Felipe Massa al 3° posto all time dietro a Michael Schumacher (autore di ben 58 pole con la Ferrari) e Niki Lauda (23 pole).

Inizialmente in pole provvisoria dopo il primo tentativo in Q3, Carlos Sainz non è riuscito a replicare il giro precedente, commettendo alcuni errori e dovendosi accontentare del 4° tempo alle spalle sia del compagno di squadra, sia dalle Red Bull di Sergio Pérez e Max Verstappen, i quali si sono inseriti in mezzo alle due Ferrari con il messicano completare la prima fila.

Se da una parte l’olandese ha subito il compagno di squadra per tutta questa prima parte di weekend, Pérez è invece in una forma incredibile, forte sia della vittoria di Monaco, che del rinnovo contrattuale con la scuderia di Milton Keynes. Purtroppo ha avuto un piccolo problema poco prima di effettuare il suo secondo attacco al tempo, con la sua RB18 che ha faticato ad accendersi ed è stata messa in pista in condizioni di non prendere nessuna scia, perdendo proprio nel rettilineo finale la possibilità di mettersi davanti a tutti.

Ad aprire la terza fila sarà George Russell, che ha messo una pezza a due giorni neri per la Mercedes, sempre molto in difficoltà ed insidiata anche dall’AlphaTauri di Pierre Gasly. Il pilota francese, infatti, ha piazzato la propria vettura alle spalle del pilota inglese, scalzando in 4ª fila un Lewis Hamilton sempre abbastanza in ombra, che non è andato oltre il 7° tempo davanti all’altra AlphaTauri di Yuki Tsunoda. Buona, quindi, la prestazione della scuderia di Faenza, che finalmente riesce a piazzare i propri piloti entrambi in Q3 ed in una buonissima posizione per la gara di domani.

Nonostante un incidente in Q2, Sebastian Vettel è riuscito a qualificarsi per il Q3, riuscendo poi a piazzare la propria Aston Martin in 9ª posizione davanti a Fernando Alonso, anche lui molto fortunato a passare il taglio della Q3 grazie ad un giro non perfetto delle due McLaren sul finale della seconda sessione di qualifica.

Lando Norris e Daniel Ricciardo, infatti, non sono andati oltre l’11° ed il 12° tempo, avendo trovato molte difficoltà a Baku con alcuni errori nel loro ultimo tentativo in Q2. I due compagni di squadra partiranno davanti all’Alpine di Esteban Ocon ed alle due Alfa Romeo, con Guanyu Zhou che per la prima volta conclude davanti a Valtteri Bottas, il quale domani avrà al suo fianco Kevin Magnussen.

Il danese della Haas ha faticato tantissimo come il compagno Mick Schumacher, ancora tramortito dal brutto incidente di Monte-Carlo e sotto esame nella scuderia gestita da Günther Steiner, che ha chiuso con l’ultimo tempo dietro alle Williams di Alex Albon e Nicholas Latifi e all’Aston Martin di Lance Stroll, autore di ben due incidenti nel corso della prima sessione.

credits: Twitter Formula 1
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F2: Frederik Vesti al primo successo nella Sprint Race di Baku Successivo WSSP: Aegerter si impone anche a Misano in Gara 1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.