F1: Leclerc torna in pole a Monza

credits: Twitter Formula 1

Il pilota della Ferrari conquista l’ottava pole position stagionale davanti al pubblico di casa nostra. Verstappen massimizza con il secondo tempo

Dopo tre weekend a secco, finalmente Charles Leclerc torna in pole in Formula 1. Il pilota della Ferrari è stato il migliore nelle qualifiche del Gran Premio d’Italia, conquistando l’ottava pole position stagionale e lo fa nella nostra Monza, dove tre anni fa partì davanti a tutti e vinse la sua seconda vittoria in carriera.

Nonostante un intoppo nell’ultimo tentativo del Q3, dove il monegasco non ha potuto beneficiare della scia del suo compagno di squadra Carlos Sainz, in quanto Lando Norris si era inserito fra i due e non ha permesso alla Ferrari di attuare a pieno la strategia, Leclerc ha comunque siglato il tempo di 1:20.161, staccando di 145 millesimi Max Verstappen, il quale non ha beneficiato della scia del compagno Sergio Pérez, uscito da solo ed autore del quarto tempo.

Situazione simile per Sainz, il quale è stato il primo ad uscire dai box ed ha dovuto effettuare il proprio giro senza scia, chiudendo comunque con un buon terzo tempo, anche se sembrava potesse essere lui il vero uomo di giornata, forte anche degli aggiornamenti portati a Monza dalla Ferrari.

La scia di Sainz, alla fine, è stata presa da Norris, il quale non è comunque riuscito a siglare un crono significativo, concludendo in 7ª posizione dietro le Mercedes di Lewis Hamilton e George Russell. L’inglese della McLaren ha comunque chiuso davanti al compagno di squadra Daniel Ricciardo, 8° davanti a Pierre Gasly e Fernando Alonso, con l’asturiano che si è visto cancellare i propri tempi per track limits ed è risultato quindi senza un riferimento valido.

Primo degli esclusi in Q2 il suo compagno di squadra Esteban Ocon, 11° davanti a Valtteri Bottas ed un ottimo Nyck de Vries. Il pilota olandese, chiamato all’ultimo per sostituire l’infortunato Alex Albon (vittima di un’appendicite acuta e già operato), ha dato paga al compagno di squadra Nicholas Latifi, passando il taglio della Q1 per appena 20 millesimi sul canadese nonostante gli è stato cancellato l’ultimo riferimento cronometrico. Nel corso della Q2 sembrava potesse anche arrivare in top 10, ma un errore l’ha relegato in 13ª posizione.

Dietro di lui gli asiatici Guanyu Zhou e Yuki Tsunoda, con quest’ultimo che non ha preso parte al Q2 in quanto già in penalità e costretto a partire dal fondo domani. Detto di Latifi, che comunque ha siglato un discreto 16° tempo, le ultime quattro posizioni vedono le Aston Martin di Sebastian Vettel e Lance Stroll e le Haas di Kevin Magnussen e Mick Schumacher.

credits: Twitter Formula 1

Come già annunciato nei giorni scorsi, sono numerosi i piloti che andranno domani in penalità per via di numerosi cambi sulle proprie monoposto. Dal fondo della griglia partiranno Tsunoda (il quale è stato penalizzato per il sopraggiungere delle cinque reprimende ed ha inoltre cambiato la Power Unit) Hamilton e Sainz (entrambi hanno cambiato numerosi componenti della PU). 15 posizioni per Magnussen e Bottas, con entrambi che hanno cambiato vari elementi delle Power Unit, mentre Schumacher e Pérez sconteranno 10 posizioni (entrambi con cambio di PU, più la sostituzione del cambio sulla Haas del tedesco). Infine Verstappen ed Ocon sconteranno 5 posizioni, con l’olandese della Red Bull che ha cambiato la PU ed il francese l’unità di controllo elettronico.

credits: Instagram Sky Sport F1

Nonostante il 6° tempo, Russell beneficerà della penalità dei piloti davanti a lui per partire in prima fila nella gara di domani, andando ad affiancare il poleman Leclerc. Seconda fila tutta McLaren con Norris davanti a Ricciardo, in una situazione simile alla gara dell’anno scorso, dove l’australiano colse il successo davanti al compagno di squadra. Terza fila per Gasly ed Alonso, mentre Verstappen aprirà la quarta fila e sarà sicuramente determinato a tornare in alto già dalle prime battute. Al suo fianco ci sarà, incredibilmente, de Vries, il quale partirà già in piena top 10 alla sua prima gara in carriera in F1.

Anche il suo compagno di squadra Latifi partirà in top 10, andando a posizionarsi sulla decima piazzola dietro al fianco di Zhou, nono, e proprio dietro a de Vries. Le Aston Martin di Vettel e Stroll, ultime vetture a non essere penalizzate, partiranno a ridosso della top 10. Dietro di loro troviamo Pérez ed Ocon in 7ª fila, Bottas e Magnussen in 8ª, Schumacher e Sainz in 9ª, Hamilton e Tsunoda partiranno dall’ultima fila.

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F4 Italia: Antonelli trionfa al Red Bull Ring in Gara 2 Successivo DTM: Dennis Olsen centra a Spa il primo successo in carriera

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.