F1: Magnussen svetta nella seconda giornata di test in Bahrain

Il pilota della Haas ha corso da solo dopo la fine della sessione pomeridiana grazie ad una deroga, sfruttando la pista vuota per piazzare la zampata

È un Kevin Magnussen galvanizzato dal ritorno in Formula 1, quello che si è visto ieri nel corso della seconda giornata di test pre-stagionali in Bahrain. Il pilota della Haas aveva chiuso la sessione pomeridiana con il 9° tempo alle ore 17:00 italian, orario nel quale è calata la bandiera a scacchi, ma grazie ad una deroga concessa dalla FIA ha potuto girare per un’altra ora.

La Haas, infatti, non si sta facendo mancare nulla nelle ultime settimane, e dopo la vicenda di Nikita Mazepin ed Uralkali, ha dovuto saltare la sessione mattutina della prima giornata, a causa di un ritardo logistico, con il materiale che è arrivato in circuito solamente mercoledì sera, facendogli perdere metà della prima giornata al Bahrain International Circuit, con Pietro Fittipaldi che è riuscito a salire a bordo della VF-22 solamente nel pomeriggio.

Nella giornata di ieri, invece, Mick Schumacher ha percorso 23 giri nel corso della mattinata, chiudendo all’8° posto dopo le prime 4 ore, mentre Magnussen è sceso in pista nel pomeriggio. A conclusione della giornata, Carlos Sainz figurava come primo nella classifica dei tempi con il crono di 1:33.532, unico a scendere sotto il muro dell’1:34, staccando Max Verstappen di quasi mezzo secondo.

Dalle 17:00 alle 18:00 italiane, invece, il danese della Haas ha proseguito il suo lavoro di test in solitaria, potendo sfruttare le ideali condizioni di pista vuota per piazzare la zampata e chiudere la sessione con il tempo di 1:33.207, rifilando oltre 3 decimi allo spagnolo della Ferrari. Dietro all’olandese della Red Bull troviamo un ottimo Lance Stroll, che ha chiuso a soli 53 millesimi dal neo Campione del Mondo, segno di un’Aston Martin che sembra aver migliorato molto rispetto alla scorsa stagione, al netto del carico di benzina imbarcato sulla AMR22 (di cui non si anno informazioni).

Il pilota canadese ha preceduto Lewis Hamilton ed Esteban Ocon, stakanovista con 111 giri completati ed autore del miglior tempo nella sessione mattutina. Charles Leclerc ha chiuso con il 7° tempo ad oltre un secondo da Magnussen, mentre Lando Norris ha chiuso con l’8° tempo dopo aver girato (come ieri) per tutta la giornata.

Il pilota della McLaren sta facendo il doppio lavoro coprendo anche il buco lasciato da Daniel Ricciardo, fermato in questi giorni da alcuni problemi di salute, che solo nella serata di ieri sono saltati allo scoperto. Purtroppo il pilota australiano è risultato positivo al covid e dovrà passare parecchio tempo in isolamento, con la sua presenza al Gran Premo del Bahrain (in programma dal 18 al 20 marzo) in dubbio.

9° posto per Sebastian Vettel, fermato da un problema tecnico nella mattinata, mentre Yuki Tsunoda completa la top 10 da stakanovista di giornata (119 giri per il giapponese) davanti a Valtteri Bottas, Schumacher, George Russell, Nicholas Latifi e Guanyu Zhou. Il pilota della Williams è stato vittima di un incendio nella mattinata, con il retrotreno della sua FW44 che ha cominciato a prendere fuoco nel posteriore. Le fiamme si sono propagate dai freni posteriori e si sono spostati verso le gomme, provocando anche il testacoda del canadese. La vicenda ha costretto ad una bandiera rossa per diverse decine di minuti.

credits: Twitter Formula 1
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F4 Italia: Martinius Stenshorne ed Emerson Fittipaldi Jr. al debutto con Van Amersfoort Successivo F1: Verstappen chiude al comando l'ultima giornata di test in Bahrain

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.