F1: Orari TV del GP di Miami

credits: Twitter Haas F1 Team

La Formula 1 sbarca in Florida con l’inedito Miami International Autodrome, un circuito che sarà una grande novità per chiunque

Dopo una settimana di pausa, la Formula 1 riparte con l’inedita e suggestiva tappa di Miami, quarto round della stagione 2022. Il Miami International Autodrome, situato intorno all’Hard Rock Stadium, è un tracciato inedito per tutti, con una lunghezza di 5.412 km e 19 curve, 7 a destra e 12 a sinistra, ed è percorribile a una velocità media di 223 km/h e massima di 320 km/h. Esso offre tre zone per l’utilizzo del DRS, collocate rispettivamente tra le curve 10 e 11, 16 e 17 e sul rettilineo dei box.

credits: Formula 1

Un circuito, quindi, del quale nessuno ha informazioni, e che generà molta curiosità proprio perché non sappiamo cosa aspettarci in termini sia di giro secco che di passo gara, nonché di probabili punti di sorpasso. I piloti hanno comunque già avuto modo di provarla al simulatore, ed alcuni di essi hanno già dato pareri positivi in quanto sembra che il suo disegno e la larghezza della carreggiata possa regalare diverse opportunità di sorpasso durante la gara.

La Red Bull arriva in Florida dopo la grande doppietta di Imola, con Max Verstappen che ha rilanciato le proprie ambizioni di titolo sfruttando la contemporanea débâcle della Ferrari. Nel team di Maranello c’è voglia di rivalsa e proprio a Miami dovrebbero arrivare novità importanti dal punto di vista della Power Unit, con un nuovo ibrido che dovrebbe regalare maggiore potenza a Charles Leclerc e Carlos Sainz.

La Mercedes, invece, continuerà a lavorare per cercare di risolvere il problema del porpoising. Questo, stando ai vertici del team, sembra essere il punto focale che non permette alle W13 di esprimere il vero potenziale. Per il team di Brackley, questo potrebbe essere il momento più importante della stagione: se la vettura darà segnali positivi, allora la squadra continuerà a lavorare sul progetto per svilupparlo e provare ad estrarne tutto il potenziale. Altrimenti, in maniera clamorosa, tutto potrebbe essere dirottato al progetto del prossimo anno.

Molto interessante anche la lotta per il quarto posto nel Mondiale Costruttori, con la McLaren che attualmente ha un vantaggio rassicurante sulle dirette inseguitrici. L’Alfa Romeo e l’Alpine si stanno dando battaglia per raggiungere la scuderia di Woking, ma attenzione anche ad AlphaTauri ed Haas. La scuderia di Faenza sta lottando con vari problemi di affidabilità, mentre la scuderia italoamericana sta cercando dei risultati da parte di Mick Schumacher, il quale è chiamato ad una stagione importante contro il compagno di squadra Kevin Magnussen, attualmente l’unico pilota in grado di portare dei punti al team di Gene Haas. Infine la lotta per l’ultima posizione, con Aston Martin e Williams che navigano ancora in alto mare.


Contestualmente alla F1, a Miami sarà presente anche la W Series, che proprio in Florida inaugurerà la stagione 2022 con il primo doppio round. Una grande novità della serie tutta al femminile sarà la collaborazione con la Toyota Racing Series, la quale adotta gli stessi telai Tatuus T-318, ma con propulsori da 2.0 litri a marchio Toyota anziché i classici 1.750 Alfa Romeo preparati da Autotecnica. La W Series utilizzerà i propulsori giapponesi nelle gare di Barcellona (22 maggio) e Suzuka (9 ottobre).

Saranno 18 le ragazze che scenderanno in pista divise in 9 squadre, con 5 novità: faranno il loro esordio, infatti, Tereza Bábíčková, Bianca Bustamante, Chloe Chambers, Emely de Heus e Juju Noda. Il resto dello schieramento comprenderà ragazze già viste nel 2019 e nel 2021, a cominciare dalla bicampionessa Jamie Chadwick che ritroverà le sue principali avversarie, Alice Powell, Emma Kimiläinen e Beitske Visser. Le prime 8 classificate del 2021 (tra le quali ci sono anche Nerea Martí, Sarah Moore, Fabienne Wohlwend ed Abbi Pulling) godevano dell’iscrizione di diritto, ma è stato scelto di dare una nuova chance anche a Belén García, Jessica Hawkins, Marta García, Abbie Eaton e Bruna Tomaselli.

credits: Instagram W Series

Orari difficili dovuti alle tantissime ore di fuso orario, ma che saranno resi ancora più ostici per i non abbonati Sky. La piattaforma satellitare trasmetterà l’evento in diretta esclusiva, con tutte le sessioni della F1 e le due gare della W Series, mentre TV8 trasmetterà le qualifiche e la gara della F1 in differita, con un orario abbastanza proibitivo per la gara.

Dirette Sky Sport F1 (207)

Venerdì
Ore 20:30/21:30 – FP1 F1
Ore 23:30/00:30 – FP2 F1

Sabato
Ore 19:00/20:00 – FP3 F1
Ore 20:25/21:10 – Gara 1 W Series
Ore 22:00/23:15 – Qualifiche F1

Domenica
Ore 16:30/17:15 – Gara 2 W Series
Ore 21:30/23:30 – Gara F1

Differite TV8

Sabato
Ore 23:30/00:45 – Qualifiche F1

Domenica
Ore 23:00/01:00 – Gara F1

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente TCR Italy: Next Motorsport ad Imola con Butti e Romani Successivo TCR Italy: Giacomo Ghermandi presente ad Imola

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.