F1: Oscar Piastri smentisce l’accordo con Alpine

credits: Twitter Oscar Piastri

Il pilota australiano ha accusato la scuderia transalpina di non averlo minimamente interpellato

Doccia gelata in casa Alpine per quanto riguarda la promozione di Oscar Piastri in Formula 1 per il 2023. La scuderia transalpina ha annunciato questo pomeriggio l’approdo del campione in carica della Formula 2 per la prossima stagione della massima serie automobilistica, in quello che sembrava il più logico colpo di mercato per occupare il sedile lasciato libero dal partente Fernando Alonso.

Tuttavia Piastri ha più tardi replicato, attraverso i suoi canali social, di non aver firmato nessun contratto per il 2023, e che quindi non correrà con l’Alpine nella prossima stagione di Formula 1. Una vicenda che trova le sue origini già da qualche tempo, calcolando che la scuderia francese aveva il diritto di prelazione fino al 30 giugno, e che dal successivo primo luglio il pilota australiano aveva potuto cominciare a guardarsi altrove.

Insieme al suo manager Mark Webber, infatti, pare proprio che Piastri abbia cominciato ad avere alcuni contatti con altri team. Alla vigilia del Gran Premio di Gran Bretagna sembrava che l’australiano potesse prendere il posto di Nicholas Latifi in Williams già nel corso del 2022, la la scuderia di Grove ha deciso di proseguire con il canadese. Un’altra pista porta Piastri in McLaren al posto di Ricciardo, il cui contratto è in bilico per la prossima stagione a causa degli scarsi risultati di Daniel e sembra che l’australiano del vivaio Alpine abbia già un’intesa con la scuderia di Woking.

Le discussioni per il rinnovo tra l’Alpine e Fernando Alonso, andate per le lunghe, hanno tenuto in sospeso anche i piani di Piastri, che assistito da un ex pilota di F1 come Webber non è rimasto a guardare. Forse anche giustamente: l’Alpine ha investito tanto su di lui, ma proprio per questo potrebbe averlo dato per scontato. Il passaggio di Alonso in Aston Martin, o magari già la decisione di Sebastian Vettel di ritirarsi dalla F1 resa nota giovedì scorso, hanno fatto saltare il banco.

Fatto sta che al momento l’unica cosa certa sembrerebbe la non presenza di Piastri con l’Alpine per il 2023. Di seguito la breve nota rilasciata dal pilota australiano: “Apprendo che, senza il mio consenso, l’Alpine ha pubblicato un comunicato nel tardo pomeriggio secondo cui io guiderei per loro l’anno prossimo. Questo è errato e non ho firmato un contratto con l’Alpine per il 2023. Non correrò per l’Alpine l’anno prossimo.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Moto2: A Silverstone si rivede Biesiekirski Successivo Moto3: Bertelle out fino a fine stagione. Carraro debutta nel Mondiale

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.