F1: Verstappen si impone nelle qualifiche di Imola

Con l’arrivo della pioggia tutti i piloti si sono trovati in grande difficoltà. La spunta l’olandese della Red Bull per conquistare la prima pole stagionale davanti a Leclerc

Non erano sicuramente le qualifiche che tutti ci aspettavamo. Il Gran Premio dell’Emilia-Romagna della Formula 1 partiva con tutti i pronostici di una grande bagarre tra Charles Leclerc e Max Verstappen sin dalle prove libere, ma la pioggia ha deciso di mettere i bastoni tra le ruote a tutti i piloti, rendendo sia le FP1 che le qualifiche meno emozionanti del solito.

Se la prima sessione di qualifiche si era disputata in condizioni di pista asciutta, la pioggia ha imperversato poco dopo l’inizio della Q2, mietendo la prima vittima illustre nella figura di Carlos Sainz, a muro alla Rivazza in quella che col bagnato è probabilmente la curva più difficile e che ha visto un notevole numero di incidenti in tutte le categorie presenti ad Imola (incidenti anche in F2 ed F3). Il pilota della Ferrari era riuscito a mettersi davanti a tutti prima di incappare in un errore e finire contro le barriere davanti ai sostenitori della Rossa, accorsi in massa all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Una situazione che non si verificava in Italia da due anni, causa covid.

Se lo spagnolo della Ferrari, fresco di rinnovo, ha pagato un conto salato, peggio è andata agli alfieri della Mercedes, Lewis Hamilton e George Russell, eliminati in Q2 e costretti a partire rispettivamente dall’11ª e dalla 13ª posizione in griglia di partenza nella Sprint Qualifying di domani.

Problemi ad inizio Q1 per Alex Albon, vittima di un principio di incendio nella zona della sospensione posteriore destra della sua Williams, con conseguente esplosione del cestello dei freni e distruzione della gomma. Il pilota anglo-thailandese ha chiuso le qualifiche senza siglare alcun riferimento cronometrico. Delusione anche per le due AlphaTauri, con Yuki Tsunoda escluso dalla Q2 per soli 4 millesimi a vantaggio di Hamilton, mente Pierre Gasly ha chiuso dietro al giapponese.

credits: Twitter Formula 1

Funestata dalle bandiere rosse anche la Q3, con Kevin Magnussen quasi a muro alla solita Rivazza, capace però di non impattare contro le barriere e ripartire tranquillamente senza problemi, riuscendo anche ad issarsi in testa alla classifica dei tempi dopo il restart.

Altra bandiera rossa chiamata per lo stop di Valtteri Bottas, che ha costretto Leclerc a dover abortire il proprio giro lanciato, cosa che invece non ha inficiato la prestazione di Verstappen che transitava nel punto in cui l’Alfa Romeo del finlandese era parcheggiata quando era ancora esposta la bandiera gialla. L’olandese della Red Bull ha così dovuto semplicemente alzare il piede per qualche metro, per poi dare nuovamente gas una volta superato il punto critico, mettendo poi a segno un 1:27.99.

credits: Twitter Formula 1

Una volta rimossa la vettura di Bottas e ripartita la sessione, questa è stata nuovamente interrotta per l’ultima uscita di pista della giornata di F1, con Lando Norris a muro sempre alla Rivazza, chiudendo anticipatamente le qualifiche e decretando Verstappen come poleman davanti a Leclerc.

credits: Twitter Formula 1

Il pilota della Mercedes, però, può comunque ritenersi soddisfatto del terzo tempo e di una McLaren ritrovata ad Imola, come testimonia anche il 6° tempo di Daniel Ricciardo. Il risultato forse più clamoroso è il 4° tempo di Magnussen, che nonostante l’uscita di inizio Q3 ha chiuso la sessione appena fuori la top 3, davanti a Fernando Alonso altrettanto in forma e capace di ottenere il 5° tempo davanti a Ricciardo.

Sessione difficile anche per Sergio Pérez, solo 7° davanti a Bottas, mentre Sainz non ha potuto prendere parte alla Q3 per via dell’incidente, chiudendo in 10ª posizione senza tempo, dietro ad un ottimo Sebastian Vettel. Il pilota della Ferrari dovrà cercare di recuperare quante più posizioni possibili domani, per cercare di partite in una buona posizione nella gara di domenica.

credits: Formula 1
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F3: Zane Maloney in pole ad Imola Successivo WRC: Kalle Rovanperä chiude al comando la prima tappa del Rally di Croazia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.