F2: Drugovich fa doppietta a Barcellona vincendo anche la Feature Race

credits: Twitter MP Motorsport

Il pilota brasiliano domina la seconda gara del weekend di Montmeló con una grande gestione delle gomme ed un’azzeccata strategia del pit-stop

Felipe Drugovich non ha fatto prigionieri a Montmeló, conquistando il successo in entrambe le gare del Gran Premio di Spagna della Formula 2 al Circuit de Catalunya di Barcellona con una prestazione maiuscola. Se nella Sprint Race aveva preso la testa già al via, conducendo le ostilità con autorità, nella seconda corsa il pilota brasiliano si è fatto strada dalla decima casella della griglia di partenza a suon di sorpassi, diventando il primo pilota nella storia della Formula 2 a vincere tutte le gare del fine settimana.

Drugovich al via si è subito portato in settima piazza, salendo poi in quinta posizione dopo il guasto che ha messo fuori gioco Jehan Daruvala, tamponato dall’incolpevole Ayumu Iwasa. Mentre il resto dei piloti presenti in top 10 (partiti con gomme morbide) ha effettuato la sosta tra l’ottavo ed il 12° giro, Drugovich ha spinto forte fino alla 16ª tornata, mostrando un passo gara imprendibile con gomme usate, che gli ha consentito di rientrare in pista nei tubi di scarico di Frederik Vesti, che occupava la seconda posizione virtuale.

Drugovich si è liberato del pilota danese e di Dennis Hauger (scattato con gomme dure) con uno spettacolare doppio sorpasso, recuperando poi i 2,8 secondi di svantaggio che aveva nei confronti del leader virtuale Jack Doohan. Il brasiliano è stato anche molto bravo a gestire il traffico e a dieci tornate dal termine ha affondato il sorpasso decisivo. Con un’investigazione per pit-stop irregolare che pendeva sulla sua testa (così come su quella del duo dell’ART Grand Prix), Drugovich ha continuato a spingere, mettendo oltre 5 secondi tra sé e Doohan, in modo da evitare di perdere la posizione per un’eventuale penalità, che comunque non è arrivata.

Anche Clément Novalak, compagno di Drugovich in MP Motorsport, è stato protagonista di una bella prova, guidando il gruppo dei piloti scattati con gomme dure in una furiosa rimonta finale, conclusa al quinto posto davanti ad Enzo Fittipaldi e Marcus Armstrong.

Per soli tre decimi Novalak non è riuscito a scavalcare Logan Sargeant, quarto alle spalle di Vesti, che dopo una brillante qualifica si è assicurato il primo podio in Formula 2, mettendo una pezza su un inizio di stagione disastroso. Chi invece ancora una volta non è riuscito a concretizzare l’ottima velocità mostrata in qualifica è stato Vips. Al via il pilota estone ha subito ceduto una posizione allo stesso Vesti, ma è dopo la sosta, rallentata da un problema all’anteriore sinistra, che Vips è crollato, venendo sfilato con facilità dai suoi avversari per chiudere in una mesta 17ª piazza.

In ombra anche Théo Pourchaire e Liam Lawson, che hanno chiuso in ottava e nona piazza, precedendo Roy Nissany, decimo. Peccato per Iwasa, che dopo la bella partenza non è riuscito ad evitare l’auto di Daruvala, rimasta senza potenza. Il pilota giapponese è stato costretto ad una sosta extra per cambiare l’ala anteriore, finendo fuori dalla zona punti. Nel corso del primo giro un contatto aveva invece coinvolto Hauger, poi penalizzato di 5 secondi, ed Olli Caldwell.

credits: FIA
credits: FIA
credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F3: Martins trionfa a Barcellona in Gara 2 Successivo WRC: Kalle Rovanperä si porta a casa il Rally del Portogallo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.