F2: Drugovich trionfa a Barcellona nella Sprint Race

credits: Instagram Formula 2

Il brasiliano ha dominato la corsa costruendo il successo in partenza, Iwasa e Sargeant completano il podio. Vips ritirato

Con un balzo dalla quarta casella della griglia di partenza alla prima posizione, Felipe Drugovich ha messo le mani sul secondo successo stagionale nella Sprint Race del Gran Premio di Spagna della Formula 2, e soprattutto sulla prima posizione nella classifica di campionato. Il successo del pilota brasiliano è stato propiziato dall’errore di Calan Williams, che al via del giro di formazione ha vanificato la pole position, ottenuta in virtù dell’inversione della griglia e della penalità di tre posizioni comminata proprio a Drugovich, stallando ed essendo costretto a partire dalla pit-lane. Con i 10 punti della vittoria, a cui se ne aggiunge un altro per aver fatto segnare il giro più veloce, il portacolori di MP Motorsport vola in cima alla classifica di campionato, scavalcando Théo Pourchaire.

Allo spegnimento dei semafori Jake Hughes, che partiva in prima fila, e Pourchaire, terzo, non hanno avuto un avvio brillante, venendo subito scalzati da Drugovich ed Ayumu Iwasa. Il pilota giapponese è apparso in grande spolvero nei primi giri, ma dopo l’intervento della Safety Car ha perso smalto, non riuscendo più ad insidiare il rivale. Iwasa ha comunque tenuto agevolmente a bada Logan Sargeant, assicurandosi il primo podio nella categoria, arrivato dopo appena tre appuntamenti.

Quarta posizione per un solido Jehan Daruvala, che porta a casa punti importanti chiudendo davanti a Pourchaire, autore di un primo giro da incubo, che lo ha fatto scivolare dalla terza alla settima piazza. Il portacolori dell’ART Grand Prix ha poi chiuso quinto, limitando i danni e rimanendo a -5 da Drugovich. Il poleman Jack Doohan ha terminato sesto, davanti a Frederik Vesti ed Enzo Fittipaldi, che completa la zona punti. In top 10 anche Liam Lawson, che ha vinto il duello tutto neozelandese con Marcus Armstrong, decimo al traguardo.

Peccato per Hughes, che ha navigato a lungo in quarta piazza. Nel finale il pilota della Van Amersfoort ha sofferto l’eccessivo degrado delle gomme, iniziando a perdere posizioni. Dal 20° al 24° giro è scivolato dalla quarta all’11ª posizione, salvo poi alzare bandiera bianca e rientrare ai box per ritirarsi. Ha invece commesso un altro errore gravissimo in solitaria Jüri Vips, finito in testacoda ed insabbiandosi in curva 4 nel corso del 6° giro, mentre stava tallonando Daruvala.

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente TCR Europe: Coronel trionfa al Paul Ricard in Gara 1. Primo podio per Jelmini Successivo DTM: Sheldon van der Linde trionfa al Lausitzring in Gara 1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.