F2: Felipe Drugovich torna in pole a Spa

credits: Twitter Formula 2

Il brasiliano di MP Motorsport conquista la terza pole position stagionale nel Gran Premio del Belgio. Théo Pourchaire è solo ottavo

Felipe Drugovich torna a fare la voce grossa in Formula 2. Apparso in calo da giugno in avanti, con un solo podio in otto gare, alla ripresa dopo la pausa estiva il capoclassifica della categoria cadetta si è esaltato nelle qualifiche del Gran Premio del Belgio. Ecco così la terza pole position stagionale, che regala due punti ed una buona iniezione di fiducia. L’alfiere della MP Motorsport ha fermato il cronometro in 1:58.232 nel rush finale della sessione, resa più impegnativa dall’asfalto umido in alcune zone, almeno nelle fasi di apertura.

Il brasiliano è stato il primo a scendere sotto al muro dei due minuti, in 1:59.990, occupando così la vetta provvisoria già nella parte iniziale del turno. Montando un altro set di gomme soft, gli avversari hanno abbassato il limite, ma il brasiliano ha subito risposto rifilando ben sette decimi a Jack Doohan. Pur migliorandosi a sua volta, l’australiano (che aveva rischiato in un testacoda alla Source nel suo primissimo tentativo) è poi scivolato quarto, battuto da Enzo Fittipaldi e per un soffio anche da Logan Sargeant. Drugovich avrebbe potuto addirittura ritoccare la sua prestazione, forte del record nel primo intermedio, ma poi ha abortito il giro per colpa del traffico. La pole, comunque, era ampiamente in cassaforte.

Nella Feature Race di domani, la prima fila sarà quindi tutta verde-oro, con Fittipaldi a realizzare il suo miglior venerdì personale in F2, sulla scia dell’ottimo momento vissuto insieme al team Charouz (è quarto in campionato con cinque podi all’attivo). Bene anche Sargeant, in cerca di riscatto dalle delusioni del Paul Ricard e di Budapest, che hanno spento le sue speranze di inserirsi nella caccia al titolo.

Restando in argomento, non può sicuramente essere felice Théo Pourchaire, il principale antagonista di Drugovich. Il francese della ART Gran Prix, oggi ha terminato solo ottavo, ma almeno partirà terzo nella Sprint Race di oggi. Davanti a lui ci saranno Ralph Boschung, di ritorno dopo i problemi fisici sofferti, e Jehan Daruvala, sfruttando l’inversione di griglia per la top 10 delle qualifiche.

Bella qualifica invece, per David Beckmann, quinto in scia a Sargeant e Doohan. Adesso il tedesco sa di correre con il team Van Amersfoort fino a fine anno, sostituendo in modo definitivo Jake Hughes. A seguire c’è Liam Lawson, sesto, fresco della sua prima FP1 di Formula 1 disputata al volante dell’AlphaTauri.

Questa volta non hanno lasciato il segno i rookie Ayumu Iwasa e Frederik Vesti, rispettivamente 13° e 14°, ma è andata peggio a Jüri Vips: dopo sette minuti l’estone ha richiamato la bandiera rossa andando in testacoda all’uscita della Source, senza proseguire. Il pilota dell’Hitech sarà quindi costretto a scattare dall’ultima casella in entrambe le manche del weekend.

Articolo originale di Jacopo Rubino per Italiaracing.net

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente MotoGP: Il team Pramac conferma Zarco e Martín per il 2023 Successivo MotoGP: Kazuki Watanabe correrà con Suzuki a Misano

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.