F2: Jüri Vips sospeso dal programma Red Bull

Il pilota estone ha utilizzato una parola razzista mentre era alle prese con un videogioco in diretta Twitch, fatto che non è piaciuto a Milton Keynes

I videogiochi si rivelano sempre più distruttivi per le nuove generazioni, ormai sempre più alle prese con la tecnologia ed immersi in un mondo che li esclude dalla realtà e che gli fa credere di essere i padroni del mondo. Ma finché qualcuno si limita a giocare per fatti suoi può anche andare bene qualsiasi cosa, c’è chi si arrabbia, chi dice parolacce, chi bestemmia… Tutto regolare, almeno finché non sei in diretta su Twitch.

Quando permetti al mondo intero di “entrare in casa tua” è sempre opportuno essere il più accoglienti possibile, evitando di offendere la sensibilità altrui con parolacce, bestemmie o insulti razzisti. Già due anni fa Daniel Abt fu sospeso da Audi Sport per aver ceduto la sua postazione ad un simracer professionista durante il 5° round della “Race at Home Challenge”, campionato virtuale organizzato nei primi mesi del 2020 a causa dei vari lockdown sparsi in giro per il mondo.

Ma ben più grave è stata la vicenda che ha visto coinvolto quest’oggi Jüri Vips. Il pilota estone, durante una diretta Twitch in cui si cimentava in un videogioco di sparatutto in prima persona, ripreso dall’account del suo coinquilino e compagno di Academy in Red Bull Liam Lawson. Vips, ad un certo punto della diretta, ha usato un’espressione razzista nei confronti di un avversario, apostrofandolo con il classico termine discriminatorio nei confronti della comunità afroamericana. Inoltre si è anche rifiutato di indossare un cappellino rosa della Red Bull, datogli dallo stesso Lawson, per molti un colore che non denota alcuna virilità, anzi…

Una vicenda che non è in alcun modo andata giù alla Red Bull, che ha condannato fortemente il comportamento di Vips, sospendendolo immediatamente a tempo indefinito per ulteriori indagini a riguardo. Con una breve nota sui profili social di un’oretta fa la scuderia di Milton Keynes ha così espresso il suo disappunto: “La Red Bull Racing ha sospeso il Junior Driver Jüri Vips da tutti i lavori di squadra con effetto immediato, in attesa di un’indagine completa sull’accaduto. Come organizzazione condanniamo l’abuso di qualsiasi tipo ed abbiamo una politica di tolleranza zero del linguaggio o del comportamento razzista all’interno della nostra organizzazione.

Resta da vedere cosa succederà adesso e se il pilota estone sarà regolarmente al via del prossimo round di Silverstone nel weekend del 2-3 luglio della Formula 2, dove Vips corre con il team Hitech Grand Prix sperando per un futuro in Formula 1.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WEC: Sébastien Ogier non correrà le prossime gare Successivo Moto2: Frattura in allenamento per Pedro Acosta. Verrà operato quest'oggi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.