F2: Liam Lawson conquista la Sprint Race al Paul Ricard

Il pilota neozelandese ottiene la seconda vittoria della sua stagione con una grande prestazione e dei bei sorpassi

Il Gran Premio di Francia della Formula 2 vede trionfare Liam Lawson, che conquista il secondo successo stagionale dopo quello ottenuto nella Sprint Race di Jeddah. Il poleman Jehan Daruvala parte bene, al contrario proprio di Lawson che perde ben due posizioni a favore di Marcus Armstrong e Felipe Drugovich. Nelle retrovie brilla Cem Bölükbaşı con una partenza fenomenale che lo porta dalla 21ª alla 13ª posizione.

Dopo essersi ripreso, Lawson raggiunge ed attacca Armstrong con una manovra in curva 1 al quarto giro. Il duello si protrae per tutto il primo settore e si conclude con il sorpasso alla chicane e la conquista della seconda posizione. A questo punto il distacco dal leader della corsa è di poco più di due secondi, ma Lawson si mette a caccia e raggiunge la zona DRS.

A causa di un incidente, però, viene chiamata in causa la Safety Car, che rientrerà al 13° giro. È il momento della lotta per il primo posto: Lawson si tiene sotto al secondo rispetto a Daruvala e tenta di ripetere la mossa utilizzata nel duello con Armstrong. Ancora una volta, il pilota della Carlin sfrutta il DRS in uscita di curva 4, portandosi all’esterno e chiudendo la chicane davanti al rivale indiano ed andando a vincere la gara.

In una virtuale terza posizione ha concluso il pilota di casa Théo Pourchaire, che non ha mai ceduto alla pressione di Drugovich, dietro al francese dopo uno start molto arrembante, ma davanti a Frederik Vesti. Il transalpino è stato tuttavia penalizzato di 5 secondi per aver portato Armstrong fuori pista durante il sorpasso sul neozelandese, chiudendo così in 7ª posizione e consegnando il podio nelle mani del brasiliano. Logan Sargeant ha terminato come è partito, decimo con Ayumu Iwasa che in chiusura gli ha restituito il sorpasso compiuto in avvio. Il crollo di Armstrong ha poi consentito al giapponese di salire ottavo.

Tuttavia anche Armstrong è stato penalizzato di 5 secondi, reo di aver colpito Daruvala durante il duello per la momentanea posizione. Il neozelandese ha così chiuso fuori dai punti in 14ª posizione. A guadagnare piazzamenti sono stati così Iwasa, da 8° a 6° e Sargeant da 10° ad 8°. Penalizzato anche Jüri Vips per aver portato fuori pista Armstrong durante il sorpasso, scivolando dall’originaria 6ª posizione fino all’11ª.

La corsa, come detto, è stata neutralizzata per il contatto fra Roberto Merhi ed Enzo Fittipaldi avvenuto all’8° giro, con il brasiliano che stava cercando di recuperare dopo aver preso il via dai box. Colpa di problemi tecnici accusati all’inizio del giro di formazione, così come avvenuto per Clément Novalak e Richard Verschoor. L’olandese della Trident si è però unito al gruppo sotto di cinque tornate, ormai con l’unico scopo di prepararsi in vista della Feature Race. La macchina di Fittipaldi, ferma in testacoda, non è stata schivata da Amaury Cordeel, a sua volta costretto ad abbandonare per i danni rimediati al posteriore.

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente W Series: Jamie Chadwick vince al Paul Ricard Successivo WTCR: Girolami trionfa a Vallelunga in Gara 1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.