F2: Pourchaire conquista la pole position nel GP di Monaco. Partenza al palo per Zhou nella Sprint Race 1

credits: Formula 1

Un crono incredibile fatto segnare dal francese durante le qualifiche a Monte Carlo, regala a Pourchaire la partenza dalla pole position nella Feature Race

Nel corso delle qualifiche della Formula 2 per il Gran Premio di Monaco, Théo Pourchaire ha conquistato la pole position ed i primi quattro punti del weekend grazie ad un incredibile riferimento cronometrico che l’ha posizionato davanti a tutti, diventando così il più giovane poleman della F2.

Come consuetudine sul tracciato cittadino di Monte Carlo, le qualifiche si sono svolte con un format diverso dal solito per evitare di creare intoppi con le 22 vetture che avrebbero dovuto correre insieme in un circuito molto stretto e con pochissime vie di fuga.
Le qualifiche, quindi, si sono svolte con due gruppi, nel quale le vetture sono state divise a seconda della numerazione dei piloti: i numeri pari nel gruppo A ed i numeri dispari nel gruppo B.

Inoltre la griglia di partenza è determinata dall’alternanza dei tempi fatti siglare da entrambi i gruppi, seguendo l’ordine determinato dal primo classificato.

Nel primo gruppo Pourchaire ha stampato l’incredibile crono di 1:20.985, il migliore mai fatto registrare a Monaco con le Dallara F2/18 (resiste comunque il record di Charles Leclerc del 2017 fatto registrare con la vecchia Dallara GP2/11, quando il pilota monegasco mise a referto il tempo di 1:19.309), conquistando la pole position per la Feature Race di sabato, nonostante i piloti del gruppo B abbiano potuto sfruttare il costante miglioramento della pista.

Robert Shwartzman, primo del secondo gruppo, ha infatti fatto registrare il miglior tempo della sessione, staccato però dal francese di 418 millesimi, per tanto partirà dalla seconda casella in griglia nella Feature Race di sabato.

Il compagno di squadra del russo, Oscar Piastri, ha concluso ad oltre mezzo secondo da Pourchaire nel suo stesso gruppo di qualifica, occupando così il terzo posto davanti a Dan Ticktum, con Jüri Vips e Ralph Boschung in quinta e sesta posizione. Roy Nissany occupa la settima posizione davanti al compagno di squadra di Pourchaire, Christian Lundgaard, che partirà dall’ottava posizione.

Le due UNI-Virtuosi di Felipe Drugovich e Guanyu Zhou occuperanno la quinta fila, ma grazie all’inversione dei primi dieci tempi per la Sprint Race 1, i due piloti partiranno in prima fila nella gara di domani, seguiti dai primi 8 classificati con i tempi invertiti.

Da notare come Alessio Deledda non sia riuscito a qualificarsi, per non essere rientrato nel 107% del tempo utile per partire, 1:27.101. Al pilota italiano della HWA è stato comunque permesso di prendere parte alla Sprint Race 1 ed alla Feature Race dall’ultima posizione, e dovrebbe anche prendere parte alla Sprint Race 2.

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Dakar Auto: Sébastien Loeb chiama Fabian Lurquin Successivo MotoGP: Jorge Martin potrebbe saltare anche il Mugello

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.