F2: Pourchaire trionfa nella Feature Race di Imola

credits: Twitter Formula 2

Gara ad eliminazione dei primi con tante Safety Car e colpi di scena. Vince Pourchaire, primo podio per Enzo Fittipaldi

Théo Pourchaire vince ad Imola una Feature Race della Formula 2 piena di colpi di scena e riscatta così il suo credito con la fortuna: il francese, a sorpresa, ritrova persino la vetta del campionato, che aveva perso nel weekend di Jeddah. La corsa ha avuto il suo spartiacque al 6° giro, con la Safety Car chiamata per l’uscita contro le barriere del poleman Jüri Vips.

I piloti partiti con mescola Ultrasoft hanno sfruttato l’opportunità per la sosta ai box, ed il gruppo si è così diviso in due blocchi strategici distinti. I primi 9, capeggiati da Jehan Daruvala, erano quelli con il cambio gomme da effettuare, gli altri, da Roy Nissany in giù, lo avevano già smarcato.

Proprio Nissany, balzato in testa in uno start animato (lento all’avvio Vips, contatto fra Jack Doohan e Dennis Hauger che ha messo entrambi KO), era decimo provvisorio ma di fatto leader virtuale. L’israeliano aveva una clamorosa occasione di centrare la sua prima vittoria in F2, ma al 20° giro ha compiuto uno sbaglio pagato a caro prezzo: andando leggermente oltre il cordolo dopo la Rivazza ha sbattuto in prossimità della corsia box, facendo attivare la Virtual Safety Car ed impedendo le soste.

Pourchaire, che aveva già superato Ralph Boschung, ha così ereditato la vetta virtuale, ed alla ripresa ha solo dovuto attendere che si completasse il valzer dei pit-stop: è accaduto al penultimo passaggio, quando anche Felipe Drugovich e Marino Sato sono rientrati. La bandiera a scacchi è sventolata, peraltro, sotto l’ennesimo regime di Safety Car, per l’incidente al 31° giro di Liam Lawson nella salita dopo le Acque Minerali: il circuito “vecchia scuola” del Santerno si è rivelato davvero impegnativo per tutti i piloti della categoria cadetta, con numerosi errori sin da venerdì.

Trionfo di Pourchaire quindi, il secondo del 2022. L’alfiere dell’ART Grand Prix ha preceduto un sorprendente Enzo Fittipaldi, premiato dalla tattica ma anche autore di un sorpasso nelle fasi finali su Boschung, relegato terzo: il brasiliano del team Charouz festeggia il suo primo podio in F2. A seguire Clément Novalak, quarto, poi Ayumu Iwasa e Frederik Vesti, finalmente a punti dopo un avvio di stagione difficile.

In top 10 anche Logan Sargeant, che ha perso però parecchie posizioni a causa di un forte degrado delle gomme, il rientrante David Beckmann, Daruvala e Drugovich, che ha artigliato un punticino ma non ha potuto conservare il comando della graduatoria. Il brasiliano è stato un po’ sfortunato, perché la Safety Car provocata da Lawson è stata chiamata quando aveva appena oltrepassato l’ingresso della pit-lane: per pochi istanti il portacolori di MP Motorsport avrebbe potuto realizzare il colpaccio. Daruvala, invece, aveva tenuto la vetta del gruppo restando in pista con pneumatici medi, ma è arretrato quando si è fermato al 20° giro, guadagnando il punto addizionale per il giro veloce.

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F3: Staněk al primo successo in carriera Successivo Moto3: Sergio García vince a Portimão e torna leader

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.