F2: Vips conquista la pole position a Baku

credits: Twitter Formula 2

Il pilota del team Hitech Grand Prix conquista la seconda pole stagionale dopo Imola, raggiungendo Drugovich e Doohan nel primato in qualifica

La giornata di venerdì del Gran Premio dell’Azerbaijan della Formula 2 si chiude nel segno di Jüri Vips. Già al top nelle prove libere, il portacolori del team Hitech Grand Prix ha messo a segno il tempo decisivo della qualifica in 1:53.762 sul circuito cittadino di Baku, nel rush finale scoccato a poco meno di 6 minuti dal termine della sessione dopo la bandiera rossa provocata dall’incidente in curva 4 di Ayumu Iwasa. Il pilota estone pareggia così i conti in qualifica con Felipe Drugovich e Jack Doohan in questa stagione, con i tre che finora sono gli unici ad essersi divisi la partenza dalla prima casella in griglia nelle 5+1 Feature Races disputate finora (la sesta sarà corsa domenica).

Curiosamente, il giapponese e compagno di Vips nell’Academy Red Bull era al comando provvisorio con il suo 1:54.483, segnato nella prima metà del turno e mantenuto fino all’incidente. L’interruzione è avvenuta proprio mentre tutti i piloti si stavano preparando all’ultimo assalto al cronometro, sfruttando il secondo set di pneumatici Pirelli Supersoft. Dopo la ripresa, Iwasa è precipitato 13° ad oltre sette decimi dalla vetta, mentre in extremis alle spalle di Vips si è inserito Liam Lawson, autore della pole nel 2021.

Il neozelandese ha beffato Dennis Hauger, diventato terzo ed ottenendo la sua miglior qualifica dell’anno su un tracciato per lui inedito. Grande soddisfazione, quindi, per la Red Bull, che ha davanti a tutti tre nomi del proprio vivaio.

Sul campo Hauger ha battuto di quattro millesimi Marcus Armstrong, mentre è quinto il leader di campionato Drugovich. Per il brasiliano, in fondo, può andar bene così, considerando che il principale antagonista Théo Pourchaire è solo 12°, e non potrà nemmeno sfruttare l’inversione della griglia per la Sprint Race di domani. Il francese ha pagato dazio anche nel confronto interno al team ART, dato che Frederik Vesti ha concluso 9° e scatterà dalla prima fila nella gara di domani, al fianco di Jake Hughes che ha segnato il decimo tempo.

Buon bilancio anche per la Trident, con Richard Verschoor 6° davanti a Logan Sargeant. L’americano, nel suo ultimo giro, ha anche rischiato grosso appoggiandosi alle barriere di curva 15; 8° Jehan Daruvala con l’altra monoposto della Prema, messo un po’ in difficoltà dal traffico.

Qualifica difficile, invece, per Ralph Boschung, già reduce da un incidente nelle prove libere: lo svizzero ha terminato 18°, ma restando a lungo senza un riferimento cronometrico dopo due impedimenti (con Vips e Clément Novalak) ed un dritto in curva 3 che ha richiesto un paio di manovre per lasciare la via di fuga e tornare in pista.

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente TT: 21ª vittoria in carriera per Michael Dunlop nella Supersport Successivo Gianluca Mara e Giampaolo Moreno Fosci sul podio Mondiale in Sardegna

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.