F3 Asia: Sebastián Montoya trionfa ad Abu Dhabi in Gara 1

credits: Instagram Mumbai Falcons

Prima vittoria in carriera per il pilota della Prema. Minì beffa Leclerc per il secondo posto

È finalmente arrivato il primo successo in carriera di Sebastián Montoya. Un traguardo sofferto, che nella passata stagione nella F4, il figlio d’arte aveva sfiorato in diverse occasioni, non riuscendo però mai a concretizzare il proprio buon potenziale, culminato in otto secondi posti e due pole position. Al debutto su una monoposto di Formula Regional, Montoya è però stato perfetto, firmando a sorpresa il miglior tempo nella Qualifica 1 e poi dominando dalla partenza fino al traguardo la prima corsa della stagione della Formula Regional asiatica.

Un successo che acquista ulteriormente valore considerando l’alto livello del campionato, con Montoya che è stato più concreto e maturo dei rivali più esperti, come Jak Crawford, che ha stallato sulla griglia di partenza vanificando la prima fila conquistata. A contendersi il podio sono così stati Isack Hadjar e Gabriele Minì. Il pilota siciliano è andato all’attacco del compagno di squadra dopo il rientro ai box della Safety Car, intervenuta una prima volta in seguito all’incidente di Oliver Goethe, che ha perso una ruota in curva 9.

La lotta tra Hadjar e Minì ha però favorito Arthur Leclerc, bravo a scavalcare entrambi all’uscita della chicane. Minì ha mantenuto il sangue freddo, e grazie ad un ritmo molto elevato è riuscito ad avere la meglio sul monegasco del team Mumbai Falcons, che ha comunque chiuso in una positiva terza piazza davanti ad Hadjar, tagliando anche il traguardo per primo tra i piloti che prenderanno parte a tutta la serie asiatica.

Quinta posizione per Dino Beganovic, che ha preceduto Lorenzo Fluxá, l’unico pilota della pattuglia 3Y Technology ad avere avuto una corsa regolare. Detto di Goethe, Hadrien David è finito fuori gioco in seguito ad un testacoda in curva 6, mentre Gabriel Bortoleto ha recuperato dal fondo riuscendo a strappare nel finale la decima piazza, che gli consentirà di scattare dalla pole position in Gara 2.

Alle sue spalle, sulla griglia ci saranno i due piloti Hitech Joshua Dufek e Leonardo Fornaroli, che hanno chiuso rispettivamente nono ed ottavo dietro a Frederick Lubin. Per il pilota di Piacenza un debutto positivo nel campionato asiatico, con una bella rimonta che lo ha portato dalla 15esima all’ottava piazza, terzo tra i rookie. Bella prova anche di Hamda Al Qubaisi, 12esima in scia al compagno di squadra Crawford, partito ultimo dopo lo stallo.

Fuori gioco Cem Bölükbaşı e Nicola Marinangeli, compagni di squadra in Evans GP, costretti a rientrare ai box anzitempo per alzare bandiera bianca. Un incidente tra Pepe Martí e Paul Aron ha costretto la Safety Car a tornare in azione, scortando le vetture fino al traguardo nei sette minuti finali. Il pilota spagnolo era risalito addirittura fino alla quinta piazza con una corsa tutta all’attacco, ma un contatto in curva 9 con l’estone ha messo entrambi KO. Non ha invece preso il via Dilano Van’t Hoff che già aveva saltato le qualifiche in seguito alla positività al Covid-19 riscontrata dopo un test PCR.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSBK: quale futuro per Leon Haslam? Successivo EWC: Ludovic Rizza nuovo innesto per Louit Moto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.