F3: Colapinto trionfa a Monza nella Sprint Race

credits: Twitter Formula 3

Il pilota argentino centra il secondo successo stagionale dopo aver difeso la prima posizione sin dal via. Bearman ottimo secondo. Martins a punti

Come sfruttare al meglio la griglia invertita. 12° in qualifica, Franco Colapinto si è trovato nella posizione del poleman sulla griglia di partenza della Sprint Race del Gran Premio d’Italia della Formula 3 e senza sbagliare nulla ha portato in porto la sua seconda vittoria stagionale dopo quella di Imola. L’argentino della Van Amersfoort non ha incontrato particolari difficoltà e comunque tutti gli occhi erano per i sette piloti che si stanno giocando il campionato.

Chi ha saputo ottenere il maggior numero di punti, nove, è stato uno strepitoso Oliver Bearman. Partito quinto, il rookie del team Prema è transitato settimo al primo giro, ma ha subito dato il via ad una poderosa rimonta. Prima ha superato Jak Crawford e William Alatalo, poi ha compiuto un capolavoro alla staccata della Prima Variante superando in colpo solo Jonny Edgar e Caio Collet all’esterno.

Salito in seconda posizione, Bearman si è lanciato all’inseguimento di Colapinto, raggiunto all’ultimo giro. L’inglese Junior Ferrari, all’uscita della variante Ascari, ha preso la scia dell’argentino, ma il leader della gara si è difeso bene all’ingresso della Parabolica. Bearman sale in terza posizione con 114 punti, davanti a lui ci sono Victor Martinis con 127 ed Isack Hadjar con 121.

La prima gara non è stata affatto redditizia per Martins. Il francese era nono in griglia, ma ha commesso un errore alla Lesmo 2 nel corso del primo giro urtando Arthur Leclerc e finendo nella ghiaia. Il francese ha perso diverse posizioni, commettendo anche un altro errore mentre recuperava terreno urtando Federico Malvestiti, ma alla fine con rabbia ha concluso decimo prendendosi un punticino.

È andata peggio ad Hadjar, che aveva la grande occasione per superare Martins in classifica. Partito 16° per l’errore in qualifica alla Parabolica, il francese ha sbagliato la staccata alla Roggia nel primo giro, perdendo ulteriore terreno. Al nono giro, quando la gara è ripartita dalla situazione di Safety Car per l’uscita di pista di Zak O’Sullivan alla frenata della Prima Variante, Hadjar ha danneggiato l’ala anteriore dovendo fermarsi ai box. Un vero disastro e 27° posto finale per lui. Troppa foga, dunque, per i due leader del campionato, Martins ed Hadjar, che hanno perso punti importanti.

Anche Roman Staněk, che alla viglia di Monza era terzo con 109 punti, non ha approfittato del passo falso dei due francesi davanti a lui nella classifica generale. Decimo in griglia, ha concluso 12° e fuori dai punti. Al contrario, il suo compagno in Trident, Zane Maloney, da 11° con una gara tutta d’attacco si è piazzato quarto raggiungendo nella graduatoria proprio Staněk a quota 109.

Tra i delusi sicuramente Leclerc, colpito da Martins nel primo giro ed 8° all’arrivo. Il monegasco era scattato dalla quarta fila assieme al compagno Bearman, ma non è stato produttivo come il rookie inglese, forse per la monoposto danneggiata in quel contatto con il pilota ART. Buona gara per Edgar e Grégoire Saucy, rispettivamente quinto e sesto. Dietro di loro Crawford. Dalla prima fila partiva Pepe Martí, ma il rookie spagnolo della Campos ha commesso diversi errori terminando nono. Occasione persa anche per Juan Manuel Correa, da quarto a 13°.

Tra gli italiani bravo Malvestiti, 16°, che all’ultimo giro ha superato il connazionale Francesco Pizzi. Il pilota romano, 20° in qualifica, è stato penalizzato nella serata di venerdì per non aver rispettato il regime di doppie bandiere gialle per l’uscita di Hunter Yeany in qualifica, venendo così stato retrocesso in 30ª ed ultima casella in griglia. Tra ritiri altrui e sorpassi, ha recuperato diverse posizioni. Enzo Trulli ha chiuso 20°.

Articolo originale di Massimo Costa per Italiaracing.net

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSBK: Vittoria inaspettata per Bautista a Magny-Cours. Lo spagnolo trionfa in Gara 1 Successivo WSSP: Baldassarri trionfa a Magny-Cours in Gara 1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.