F3: Hadjar conquista la pole al Red Bull Ring

credits: Twitter Formula 3

Il pilota del team Hitech GP svetta nelle qualifiche del GP d’Austria aiutato da una bandiera rossa a 2 minuti dal termine della sessione

Si conferma velocissimo il pilota Junior Red Bull Isack Hadjar sul tracciato austriaco del Red Bull Ring. Dopo il 4° tempo ottenuto nelle prove libere di questa mattina, il pilota del team Hitech Gran Prix si è imposto nelle qualifiche terminate con due minuti di anticipo grazie ad una bandiera rossa esposta per l’incidente di Zdeněk Chovanec, andato a muro in curva 1.

Hadjar è stato anche aiutato dalla strategia del muretto Hitech, che l’ha mandato in pista fra i primi per l’ultimo attacco al tempo, permettendogli di effettuare due giri lanciati, che il pilota francese ha percorso al meglio. Nel corso del primo passaggio, infatti, Hadjar aveva siglato il tempo di 1:19.966, migliorandolo ulteriormente al giro successivo e stampando un bellissimo 1:19.759 appena prima che venisse esposta la bandiera rossa.

Proprio a causa dell’interruzione della sessione, il distacco rifilato dal francese al connazionale Victor Martins, 221 millesimi, è un po’ bugiardo, in quanto l’alfiere dell’ART Grand Prix non aveva ancora siglato un riferimento cronometrico dopo essere stato in testa per tutta la durata delle qualifiche, dovendo così accontentarsi della seconda casella in griglia di partenza nella Feature Race di domenica mattina.

Seconda fila tutta Prema, con Oliver Bearman autore del terzo tempo davanti al compagno di squadra Arthur Leclerc. Il pilota britannico ha rifilato appena 11 millesimi al monegasco, che dopo il miglior tempo nelle prove libere ha dovuto accontentarsi del quarto in qualifica, ma è stato autore di una situazione di unsafe release per aver colpito Zak O’Sullivan in pit-lane durante l’uscita dai box per l’ultimo time attack.

Dietro i due Junior Ferrari c’è Kaylen Frederick, poi le tre vetture della Trident con Roman Staněk sesto davanti ai compagni di squadra Jonny Edgar e Zane Maloney. A seguire Franco Colapinto, Jak Crawford, Juan Manuel Correa e Caio Collet, 12° e quindi pronto a beneficiare dell’inversione di griglia per scattare dalla pole nella Sprint Race di domani davanti all’americano.

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WRC: Jourdan Serderidis correrà in Spagna e Giappone con la Ford Puma Rally1 Successivo F2: Vesti conquista la pole position al Red Bull Ring

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.