F3: Hadjar trionfa in Bahrain nella prima stagionale

credits: Twitter Formula 3

Il pilota francese sfrutta la penalità di Bearman, per raccogliere il successo al debutto nella serie cadetta

La prima gara stagionale di Formula 3 in Bahrain è andata nelle mani di Isack Hadjar. Il pilota dell’Hitech Grand Prix ha approfittato alla grande della penalità inflitta ad Oliver Bearman. Il portacolori della Prema aveva tagliato il traguardo in prima posizione, ma i commissari lo hanno penalizzato di 5 secondi per aver superato troppe volte i limiti del tracciato.

Hadjar conquista così il suo primo successo in carriera in Formula 3 al debutto, mentre Bearman si è dovuto accontentare della medaglia d’argento. Sul terzo gradino del podio troviamo un ottimo Aleksandr Smolyar, con il pilota del team MP Motorsport che ha preceduto Zane Maloney ed Arthur Leclerc, autore di una grandissima rimonta dalla tredicesima piazza, dietro al pilota delle Barbados per soli 15 millesimi, dopo un acceso duello nel giro finale.

Sesto posto per Zak O’Sullivan. Quest’ultimo, che partiva dalla prima casella in griglia per via dell’inversione delle prime 12 posizioni nelle qualifiche, ha lottato per la prima posizione con Bearman, ma nella parte finale della gara ha perso terreno, concludendo davanti a Caio Collet, Kaylen Frederick, Juan Manuel Correa e David Vidales. Per quanto riguarda i piloti italiani, Francesco Pizzi ed Enzo Trulli hanno concluso, rispettivamente, in diciannovesima e ventesima posizione.

Prova disastrosa per Victor Martins, autore di una condotta di gara troppo irruenta. Nei primi giri il pilota francese, uno dei più esperti al via, è rimasto coinvolto in diversi duelli, finché non si è spostato in fase di frenata per difendersi dal compagno di squadra Grégoire Saucy, che a quel punto non ha potuto far altro che colpirlo. Il pilota svizzero ha perso l’ala anteriore, mentre il francese ha forato la posteriore destra. Per entrambi è arrivato il ritiro.

Un contatto simile aveva coinvolto al via Franco Colapinto e Roman Staněk, che domani scatteranno dalla prima fila. I due piloti sono stati costretti ad una sosta, ma hanno poi potuto proseguire. Anche Jak Crawford è stato costretto a fermarsi per cambiare l’ala anteriore mentre si trovava in 16ª piazza.

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente MotoGP: Quartararo riporta la Yamaha in pole position a Mandalika Successivo Asia Talent Cup: Hakim Danish domina la prima gara di Mandalika

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.