F3: Le penalità dopo la Feature Race di Imola

credits: Twitter Formula 3

Stravolgimento delle classifiche di gara e campionato dopo l’ultima gara di Imola. Penalizzati Bearman e Cohen, Leclerc e Martins nuovi leader

Cambiano le classifiche di gara e di campionato al termine del Gran Premio dell’Emilia-Romagna della Formula 2. Qualche ora dopo la conclusione della Feature Race di Imola la Race Direction ha preso dei provvedimenti in merito a delle situazioni di gara che sono state giudicate irregolari.

Il vincitore della Feature Race Roman Staněk era sotto investigazione per essersi presentato alle prove peso dopo la gara con una parte del fondo differente da quella dichiarata, vendo poi risparmiato da una penalità in quanto il responsabile della Trident ha spiegato che il team ha dichiarato un numero di codice del pezzo in modo errato. Un errore non voluto, quindi, che è costato alla scuderia italiana una multa di 7.500€ e la riduzione del numero delle parti posteriori del fondo da utilizzare fino a fine stagione, che adesso saranno soltanto due.

Oliver Bearman, invece, è stato giudicato responsabile dell’incidente avuto con Grégoire Saucy nel corso dell’ultimo giro, con il conseguente ritiro del pilota svizzero. Bearman è riuscito a tagliare il traguardo in 4ª posizione, ma la direzione di gara lo ha penalizzato con un drive-through poi tramutato in 20 secondi di tempo aggiunto al timing di gara, facendolo scivolare in 17ª posizione, con conseguente perdita dei 12 punti originariamente conquistati. Inoltre gli sono stati comminati 3 punti di penalità sulla patente, che si vanno ad aggiungere agli altri 2 che aveva già ricevuto.

La stessa sorte del pilota della Prema è toccata ad Ido Cohen, seppur in modo più lieve, con l’israeliano del team Jenzer che è andato oltre i limiti del tracciato in curva 9 per quattro volte. Cohen è così stato penalizzato di 5 secondi, scivolando dall’originaria 10ª posizione alla 13ª, perdendo il punto conquistato. Inoltre gli è stato comminato un punto sulla patente, con l’israeliano che adesso è a quota 2.

Infine è stato penalizzato anche László Tóth, reo di non aver rispettato il delta time per più di sei settori consecutivi in regime di Safety-Car, finendo per subire uno stop-and-go di 10 secondi poi tramutati in 30 secondi di penalità. Inoltre gli sono stati comminati 3 punti di penalità sulla patente. L’ungherese della Charouz non ha perso posizioni in quanto è arrivato ultimo e doppiato per ben tre volte.

A beneficiare di tutte queste penalità in gara sono stati Victor Martins e Williams Alatalo, che hanno così conquistato rispettivamente la 9ª e la 10ª piazza. Inoltre Arthur Leclerc è salito dalla 5ª alla 4ª posizione e si ritrova a pari punti con Martins in testa alla classifica di campionato.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F2: Le penalità dopo la Feature Race di Imola Successivo WRC: M-Sport mette in dubbio la partecipazione di Adrien Fourmaux al Rally del Portogallo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.