F3: Martins trionfa a Barcellona in Gara 2

credits: Formula 3

Il pilota francese domina dall’inizio alla fine nonostante due Safety Car, riprendendosi anche la leadership del campionato

Ha fatto tutto bene Roman Staněk, ma semplicemente non è bastato. Con un gran sorpasso all’esterno della staccata di curva 1, Victor Martins ha sopravanzato il poleman della Trident, andando ad involarsi in solitaria verso un successo pesantissimo in ottica campionato. Grazie ai 25 punti della vittoria, a cui se ne aggiunge uno addizionale per il giro veloce, il pilota francese torna in testa alla classifica di campionato, persa ieri in seguito ad un ritiro dovuto ad un problema tecnico.

Staněk è comunque il principale inseguitore a quota 56 punti, sei in meno del rivale francese. Il pilota della Repubblica Ceca non è più riuscito ad insediare Martins, anzi ha dovuto difendersi dagli attacchi di uno scatenato Isack Hadjar, capace di salire sul podio sulla stessa pista in cui nel 2021 si mise in luce per la prima volta in Formula Regional. Hadjar ha subito beffato al via Aleksandr Smolyar, quarto davanti alla coppia del team Prema composta da Oliver Bearman e Jak Crawford, protagonista di un bel recupero dalla nona casella della griglia di partenza.

Arthur Leclerc è invece rimasto a mani vuote, incamerando uno zero pesante che lo fa scivolare al quinto posto in classifica. Il pilota monegasco occupava la nona posizione, quando al 15° giro è stato attaccato da David Vidales. I due sono arrivati al contatto in curva 1, con Leclerc che ha perso diverse posizioni, mentre il vincitore di gara 1 è stato costretto al ritiro. Leclerc ha poi battagliato a lungo con i due piloti della ART Grand Prix Juan Manuel Correa e Grégoire Saucy, venendo anche accompagnato fuori pista dall’americano. Il portacolori della Prema ha tagliato il traguardo in 11ª piazza, ma è stato poi penalizzato di 5 secondi per aver innescato il contatto con Vidales.

Correa ha invece terminato in zona punti alle spalle di Caio Collet, Franco Colapinto e Kaylen Frederick. Bella rimonta di Zane Maloney, che è riuscito a risalire fino alla 13ª piazza dopo essere stato costretto a partire dalla pit-lane per l’infrazione commessa in qualifica. Anche Francesco Pizzi ha recuperato di forza dalla 28ª casella della griglia di partenza fino alla 18ª posizione, rimediando in parte al problema tecnico patito nelle prove. La Safety Car è entrata in azione due volte per gli incidenti di Brad Benavides e Rafael Villagómez, quest’ultimo spedito contro il muro da Kush Maini, poi punito dalla direzione gara al pari di Hunter Yeany, colpevole di aver centrato il compagno di squadra Pepe Martí.

credits: FIA
credits: FIA
credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F1: Fernando Alonso cambia PU e partirà dal fondo della griglia di Barcellona Successivo F2: Drugovich fa doppietta a Barcellona vincendo anche la Feature Race

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.