F3: Smolyar conquista la pole all’Hungaroring

credits: Twitter Formula 3

Il russo di MP Motorsport conquista la seconda pole in carriera in F3, replicando il miglior tempo in Ungheria di due anni fa

Due pole position nella carriera in Formula 3, ed ottenute entrambe a Budapest: il tracciato ungherese piace ad Aleksandr Smolyar, che oggi ha svettato in qualifica come avvenuto nel 2020. Il russo della MP Motorsport ha messo a segno il tempo di 1:32.740 nel suo giro finale, ma gli sarebbe bastato anche il precedente 1:32.838 ottenuto prima della bandiera rossa. A 3 minuti dal termine, infatti, la sessione di qualifiche del Gran Premio dell’Ungheria è stata interrotta per lo stop sul rettilineo principale di Zak O’Sullivan, dovuto a problemi tecnici.

Dopo diversi minuti di attesa, per mettere in sicurezza la macchina del britannico, restava il margine solo per un altro tentativo lanciato. Lo hanno effettuato tutti, o quasi: Oliver Bearman ed Arthur Leclerc, che erano provvisoriamente in 2ª e 3ª posizione, hanno preso la bandiera a scacchi prima dello scadere, così come l’altro portacolori della Prema Jak Crawford, che aveva svettato nelle prove libere. Sorte analoga per il leader di campionato Victor Martins. Va detto che Leclerc, al momento dell’interruzione, aveva segnato il parziale record nel secondo settore.

Nella volata, come detto, Smolyar ha ritoccato ancora il proprio limite, e a sorpresa Reece Ushijima si era proiettato alle sue spalle per appena 63 millesimi. Ma per l’americano è arrivata quasi subito la cancellazione del giro a causa dei track limits, promuovendo quindi Zane Maloney in prima fila per la Feature Race di domenica. Bearman e Leclerc, pur delusi per l’errore strategico, partiranno comunque in seconda fila, con il monegasco che sarà il meglio piazzato fra i contendenti al titolo: Martins ha infatti chiuso ottavo ed Isack Hadjar decimo, con in mezzo Caio Collet. Quinto Grégoire Saucy, il più rapido della ART Grand Prix, che ha preceduto Kush Maini e Crawford.

La novità Oliver Goethe si ritroverà addirittura in pole per la Sprint Race di domani, grazie all’inversione dello schieramento: il danese, attuale capoclassifica in Euroformula Open, ha segnato infatti il 12° tempo dietro a Franco Colapinto, scegliendo di giocare d’anticipo con l’ultimo set di gomme ed evitando il traffico prima della bandiera rossa. 24° l’altro debuttante Christian Mansell, mentre hanno avuto qualche difficoltà in più gli italiani: 26° Francesco Pizzi, 28° Enzo Trulli e 30° Federico Malvestiti.

Articolo originale di Jacopo Rubino per Italiaracing.net

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Formula Regional: Beganovic torna al successo dominando la prima gara di Spa Successivo F2: Ayumu Iwasa conquista la prima pole in carriera all'Hungaroring

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.