F3: Smolyar vince la Feature Race dell’Hungaroring

credits: Formula 3

Il pilota di MP Motorsport domina sull’asfalto bagnato ungherese e conquista il primo successo stagionale nella categoria cadetta

Aleksandr Smolyar può finalmente festeggiare la sua prima vittoria stagionale in Formula 3: scattato dalla pole position, il pilota russo ha trionfato nella Feature Race del Gran Premio dell’Ungheria, anche questa andata in scena su pista bagnata. Il russo in partenza si è dovuto difendere da Zane Maloney ed Oliver Bearman, ma è riuscito via via a costruire un buon margine per avere la situazione in pugno. La MP Motorsport ha così bissato il successo firmato ieri da Caio Collet. Alle spalle di Smolyar, Maloney e Bearman hanno viaggiato in tandem fino al traguardo, in un derby italiano fra i team Trident e Prema che si è risolto al fotofinish. L’inglese, mentre l’asfalto si stava asciugando, nel finale è diventato più minaccioso ed ha cercato l’attacco in volata, ma Maloney ha resistito in piazza d’onore per appena 25 millesimi.

Ad un soffio dal podio è arrivato Zak O’Sullivan: l’alfiere della Carlin, dopo una qualifica negativa, stava veleggiando a centro gruppo ma ha montato gomme slick al giro 15, accendendo le fasi conclusive di questa Feature Race. Quando le sue Pirelli sono entrate a regime, O’Sullivan ha guadagnato 10 secondi ad ogni tornata sui rivali con i pneumatici rain, effettuando sorpassi quasi in modalità videogioco. Stessa strategia e stesse tempistiche per Juan Manuel Correa, salito sesto, mentre in mezzo a loro ha chiuso quinto Jak Crawford.

Settimo Kush Maini, ottavo Arthur Leclerc, che prima delle travolgenti rimonte di O’Sullivan e Correa era stato bravo a risalire in sesta posizione provvisoria, superando fra gli altri Victor Martins, suo diretto avversario per il titolo. Il francese nelle ultime battute ha perso ritmo, venendo scavalcato anche Collet ed insidiato dal suo compagno Grégoire Saucy. Martins ha quindi portato a casa la decima posizione, sufficiente almeno a riagganciare Isack Hadjar in vetta alla classifica generale.

Per Hadjar è stata una domenica opaca, subito compromessa dallo start a rilento. L’alfiere della Hitech non è stato poi in grado di recuperare, e nel suo caso il passaggio alle slick è avvenuto probabilmente troppo tardi, al giro 20. Ha quindi terminato 18°, restando a mani vuote. La carta del cambio gomme l’hanno giocata anche i nostri Enzo Trulli, 19°, e Francesco Pizzi, 27°, mentre l’altro italiano Federico Malvestiti ha tagliato il traguardo 25°.

Articolo originale di Jacopo Rubino per Italiaracing.net

credits: FIA
credits: FIA
credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente FE: Jake Dennis riconquista la pole a Londra Successivo F2: Pourchaire riapre i giochi con la vittoria della Feature Race in Ungheria

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.