F3: Vidales trionfa nella Sprint Race di Barcellona

credits: Twitter Formula 3

Il pilota spagnolo trionfa in casa, ma la sua vittoria è sotto investigazione per aver spinto Jak Crawford fuori pista in un tentativo di difesa

Vittoria nella gara di casa per David Vidales, che è riuscito a capitalizzare nella Sprint Race del Gran Premio di Spagna della Formula 3 la partenza dalla prima casella ottenuta grazie all’inversione della griglia e alla penalità rimediata da Zane Maloney, costretto a partire dalla pit-lane per non essersi fermato alla pesa durante la qualifica. Il pilota di León ha portato al primo successo stagionale il team Campos, che con Lorenzo Colombo aveva ottenuto la prima affermazione in F3 nella passata stagione.

Scattato dalla pole, Vidales ha subito allungato su Juan Manuel Correa, portando il proprio vantaggio a quasi 2 secondi all’inizio del quarto passaggio, quando Jak Crawford è andato all’attacco del connazionale, scavalcandolo. Il portacolori della Prema ha ricucito il gap con il leader e all’11° giro ha tentato di prendere la testa. Crawford ha attaccato Vidales all’esterno di curva 1, ma il rivale non gli ha lasciato spazio, costringendolo a prendere la via di fuga. Il divario tra i due è così tornato sull’ordine di 1,5 secondi, ma questa volta Crawford non è più riuscito a ricucire lo svantaggio.

Vidales ha così tagliato il traguardo vittorioso, ma l’episodio è ancora sotto investigazione da parte della direzione gara. Una manovra simile era già stata effettuata da Nazim Azman il giro precedente, con il pilota malese che ha spinto fuori pista il rimontante Francesco Pizzi, che dopo il guasto meccanico sofferto in qualifica stava ben risalendo il gruppo. Anche Correa, per difendersi dai piloti di MP Motorsport Caio Collet ed Aleksandr Smolyar, è stato molto aggressivo in curva 1. Collet ha dovuto attendere il 18° giro per prendere il podio, mentre Arthur Leclerc ha ringraziato Correa, guadagnando la quarta posizione ai danni del pilota americano e di Smolyar.

Il monegasco ha così messo in cassaforte punti pesanti, che gli consentono di mantenere la testa della classifica a quota 43 punti, 1 in più rispetto a Crawford. Con l’ottavo posto Roman Staněk scavalca invece Victor Martins, fermato da un problema tecnico mentre navigava in top 10. Anche Franco Colapinto è stato costretto al ritiro mentre era nono a causa della perdita del cofano, che è volato via dalla sua vettura in maniera pericolosa. La Direzione Gara lo ha fermato con la bandiera nera con bollo arancio con qualche giro di ritardo, quando ormai le componenti della vettura di Van Amersfoort erano sparse lungo il tracciato.

Hanno trovato spazio in zona punti anche Kaylen Frederick, Reece Ushijima ed Isack Hadjar, molto veloce ma autore di un paio di sbavature. In grande difficoltà è invece apparso Oliver Bearman, incapace di mantenere il passo dei rivali e scivolato dalla 6ª posizione in cui si trovava al termine del primo giro alla 12ª. Dalla pit-lane Maloney non è andato oltre la 21ª piazza, chiudendo alle spalle di Federico Malvestiti e del rientrante Lirim Zendeli.

credits: FIA
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSBK: Pole record di Rea ad Estoril Successivo WSSP300: Marc García beffa Samuel Di Sora al photofinish e vince Gara 1 ad Estoril

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.