F3: Zane Maloney in pole ad Imola

credits: Formula 3

L’alfiere della Trident ha sfruttato il miglioramento della pista per issarsi in cima alla classifica. Colapinto in pole per la Sprint Race

Un pilota delle Barbados, Zane Maloney, in pole position. Non era mai accaduto che in una competizione per formula, nel contesto della F1, la bandiera caraibica si ritrovasse in cima alla classifica. Le qualifiche del Gran Premio dell’Emilia-Romagna ad Imola sono state emozionanti come poche. La pista bagnata ha permesso ai piloti di sfruttare le gomme da bagnato per tutti i 30 minuti della sessione, senza l’incubo dei pochi giri a disposizione che si effettuano in condizioni di asfalto asciutto per via degli pneumatici, che solitamente durano un giro, forse due.

Ad aumentare la tensione ci ha poi pensato una bandiera rossa uscita a 5 minuti dalla bandiera a scacchi. Arthur Leclerc, che stava battagliando per la prima posizione (che aveva occupato nella prima parte del turno), è stato incredibilmente tamponato da Enzo Trulli alla Rivazza. L’italiano aveva montato le gomme slick, unico a farlo, ed in quella frenata ha urtato il monegasco del team Prema che si è insabbiato, mettendo la parola fine alla sua qualifica e scivolando 21° in classifica. Una situazione, a dire il vero, che sembra più un’incomprensione fra i due, con Leclerc che andava a rilento per preparare al meglio il proprio giro lanciato.

Dunque bandiera rossa e tutti ai box, con Trulli che ha montato le gomme da bagnato e cambiato l’ala anteriore danneggiata. Al restart, i piloti avevano un giro secco per tentare di migliorarsi, e con la pista che andava asciugandosi non sono mancate le emozioni. Al momento della rossa, in testa erano balzato Roman Staněk con il tempo di 1:43.162, poi Victor Martins, Grégoire Saucy ed Oliver Bearman. Nel giro finale Ido Cohen si è issato al comando, battuto subito dopo da Isack Hadjar. Ma man mano che i piloti transitavano sul traguardo i tempi scendevano, ed alla fine a spuntarla è stato il team Trident che ha piazzato un 1-2 da favola con il debuttante Maloney in pole con il tempo di 1:41.180, seguito da Staněk.

Al terzo posto è salito Jak Crawford, che ha così completato il successo tricolore per quanto riguarda le nostre due squadre impegnate nel campionato, ovvero Trident e Prema. Saucy è riuscito a portarsi in 4ª piazza ad 1 solo millesimo da Crawford, precedendo Bearman. Solo sesto Martins, davanti ad Hadjar, tra i primi a prendere la bandiera. Peccato per Hadjar, che aveva un passo decisamente elevato. Ottavo un ottimo Zak O’Sullivan, che ha preceduto Caio Collet e Kush Maini. In prima fila per la Sprint Race partiranno il 12° e l’11°, ovvero Franco Colapinto e Cohen. Ci si aspettava di più da Aleksandr Smolyar, 15°, ed anche da David Vidales, 27°, fuori alla Rivazza.

Peccato per Francesco Pizzi, decimo alla bandiera rossa. Nel giro finale, il rookie del team Charouz ha migliorato il proprio secondo e terzo settore, ma non il primo, ed ha concluso 19°. Comunque un piccolo passo avanti rispetto a Sakhir dove era risultato 22°. Il rientrante Federico Malvestiti ha chiuso 25°, Trulli 28°.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente ETCR: Luca Filippi  rinnova con Romeo Ferraris Successivo F1: Verstappen si impone nelle qualifiche di Imola

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.