F4 Italia: Alex Dunne vince ad Imola in Gara 2

credits: ACI Sport

Doppietta US Racing, con Sztuka in seconda posizione. Wharton completa il podio, Câmara rimonta dal fondo

È andata ad Alex Dunne la seconda gara dell’Italian F4 Championship ad Imola. Con uno schieramento inedito per via di una qualifica bagnata che aveva premiato chi ha utilizzato fino all’ultimo le gomme rain, il pilota del team US Racing, quarto al 1° giro, si è fatto largo a spallate avendo ragione di Kacper Sztuka ed Ivan Domingues per prendersi la prima posizione al 3° passaggio. Da quel momento, il 16enne irlandese ha tenuto duro resistendo agli attacchi di Sztuka, suo compagno di squadra e al primo risultato di rilievo in Italia dopo il secondo posto nella F4 tedesca a Spa in Gara 3.

James Wharton, decimo al via, ha recuperato forte fino alla terza posizione. Una bella gara, quella dell’australiano della Prema, il quale ha interrotto una tripletta US Racing. Quarto ha infatti concluso Marcus Amand, 13° in partenza, che ha superato nelle battute finali Martinius Stenshorne. Grande prestazione di Maya Weug. Terza a via, la ragazza di Iron Lynx ha affrontato duelli durissimi mostrando tutta la sua grinta. Alla fine ha concluso in sesta posizione, suo miglior risultato da quando corre in F4.

Ivan Domingues e Frederik Lund, che partivano dalla prima fila, non sono riusciti a rimanere nelle posizioni da podio, tagliando il traguardo rispettivamente in 7ª e 13ª posizione. Grande il lavoro svolto da R-Ace GP nella notte per rimettere in sesto la vettura di Lund, pesantemente danneggiata in Gara 1. Il miglior recupero, però, è di Rafael Câmara, che da 33° è risalito fino ad un incredibile 8° posto finale. Il brasiliano si era ritrovato ultimo nella seconda qualifica per un problema tecnico emerso sulla Tatuus del team Prema.

A punti Nikita Bedrin e Taylor Barnard, partiti dalla ottava fila e al traguardo in 9ª e 10ª piazza. Per un soffio fuori dalla top 10 il rookie Pedro Clerot, che dopo aver indovinato le gomme giuste da bagnato per la qualifica 2 ed essersi posizionato quarto in partenza, ha retto per quel che ha potuto scivolando 11°. Bene anche Alfio Spina, nuovamente protagonista di un buon recupero dopo le difficoltà in qualifica.

Andrea Kimi Antonelli partiva 14°, ma un contatto nei primi giri lo ha costretto ai box per sostituire il musetto. Dopo il ritiro di Gara 1 per un problema tecnico quando era al comando della corsa, un’altra doccia fredda per il giovane bolognese del team Prema. Chiamata una sola Safety Car per le uscite di pista di Brando Badoer e Marcus Flack.

credits: ACI Sport
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Supercross 250W: Thrasher trionfa a Salt Lake City. Craig è campione Successivo CEV Moto2: Tulovic domina la prima stagionale ad Estoril

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.