F4 Italia: Antonelli trionfa a Vallelunga in Gara 1

credits: ACI Sport

Il pilota bolognese guida una tripletta Prema conquistando il 4° successo consecutivo e chiude davanti a Câmara e Wharton

Cambiano gli equilibri di classifica nell’Italian F4 Championship al termine della prima delle tre gare di Vallelunga. Andrea Kimi Antonelli vince e guadagna la testa del campionato, portandosi a +4 dal compagno di squadra Rafael Câmara. Al pilota brasiliano non basta infatti la seconda posizione per mantenere la leadership e passa in seconda piazza dopo la prima gara del fine settimana. Terzo sul podio è James Wharton, che completa così un podio tutto Prema.

In gara il bolognese scatta bene dalla pole e comincia ad accumulare vantaggio, con il brasiliano che lo insegue determinato a lottare fino alla fine. Charlie Wurz dalla seconda fila stalla in partenza, riuscendo a ripartire poco dopo, senza causare dunque troppi disagi ai piloti alle sue spalle, che sfilano lasciandolo indietro. La testa della gara, con Wharton terzo, si delinea dunque alle prime battute, e rimane invariata nel corso della gara.

Antonelli e Câmara scappano subito in volata, Wharton si trova isolato, con gap davanti e dietro di sé, può pensare dunque alla gestione della sua gara, in condizioni certo non facili con la temperatura dell’asfalto ad oltre 62 gradi, in quello che è ad oggi l’appuntamento più caldo della stagione.

Nel gruppo si scatena la lotta in zona punti: Taylor Barnard dà battaglia e spettacolo in pista nella bagarre con Alex Dunne, Marcus Amand e Kacper Sztuka, riuscendo poi a superare il polacco. Appena fuori dalla zona punti infiammano lo show Valerio Rinicella e Pedro Perino, in lotta fra di loro.

Sono tanti i piloti che mettono le ruote sullo sporco nelle prime fasi di gara, tra questi Andrea Frassineti è quello che paga lo scotto maggiore, con la rottura dell’ala anteriore della sua Tatuus. Ad ingaggiare duello con Rinicella è poi Maya Weug, che passa il pilota romano e se lo mette alle spalle. Wurz nel frattempo si fa largo dalle retrovie, recuperando posizioni dopo la partenza sfortunata. Spettacolare il suo sorpasso su Perino per arrivare in 11ª posizione, prima di dare la caccia ad Ivan Domingues e riuscire ad entrare in top 10 con il sorpasso sul portoghese.

Rinicella, nel tentativo di recuperare su Weug è sorpassato anche dal rookie Valentin Kluss. Il pilota italiano è poi coinvolto in una lunga e spettacolare lotta con Nikita Bedrin, che lo attacca prima alla staccata del tornantino, la curva più lenta dell’autodromo capitolino, rischiando molto sulle proprie coperture.

I tre piloti della Prema in testa continuano a costruire gap, mentre la gestione delle gomme diventa problematica un po’ per tutti. Amand sembra perdere trazione sul posteriore. All’uscita alla curva dei Cimini, Georgis Markogiannis finisce in ghiaia, con conseguente ingresso della Safety Car per consentire il recupero ed il ripristino della pista, divenuta molto sporca in seguito alla sua uscita. Il gruppo viene ricompattato con il vantaggio del trio in testa che si annulla.

Alla ripartenza nessun problema per Antonelli, che guadagna subito qualcosa con una partenza molto astuta su Câmara. Wharton mantiene la posizione, ma deve subire attacchi agguerriti da parte di Dunne, che cerca di insinuarsi sul podio con grande determinazione. In ripartenza Rinicella deve cedere agli attacchi continui di Bedrin.

Rischia Conrad Laursen, ma riesce a portarsi avanti a Martinius Stenshorne, che lotta con il danese e Wurz alla Campagnano, in particolare con l’austriaco è una lunga battaglia, all’esterno della curva del Semaforo in uscita, a ridosso del cordolo, Wurz riesce a stabilirsi davanti.

Brando Badoer è coinvolto in una lotta con Victoria Blokhina, con le due vetture che si affiancano, ma la pilota di PHM Racing ha la peggio e finisce fuori. Mentre più avanti infuria la lotta intestina tra Laursen e Wurz, con il danese che si impone, dietro ai piloti di US Racing.

credits: ACI Sport
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente DTM: È doppietta Porsche al Norisring fra tanti incidenti. Preining trionfa davanti ad Olsen Successivo F3: Isack Hadjar trionfa nella Sprint Race Silverstone

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.