F4 Italia: Kimi Antonelli trionfa a Misano in Gara 1

credits: ACI Sport

Il pilota italiano lotta per tutta la gara con Rafael Câmara dopo una partenza non perfetta, riprendendosi la leadership a due giri dal termine

Un sorpasso da urlo a 2 giri dal traguardo di Gara 1 a Misano, ha portato alla vittoria Andrea Kimi Antonelli nel secondo round dell’Italian F4 Championship. Il pilota bolognese del team Prema, non era scattato bene dalla pole, superato dal compagno Rafael Câmara. Il brasiliano della FDA ed Antonelli hanno ingaggiato un lungo duello, finché il ragazzo Junior Mercedes ha trovato con cattiveria un varco all’interno di Câmara.

Sorpasso complicato, ma Antonelli, con un gran controllo della sua Tatuus, è riuscito a non scomporsi evitando anche un contatto, che pareva inevitabile. Il bolognese si è poi involato verso la vittoria lasciando il compagno di squadra a 2 secondi di distacco. Per Andrea è il primo successo nella F4 italiana dopo il negativo avvio stagionale ad Imola dove aveva recuperato un solo punto in Gara 3 dopo penalità.

Câmara sentiva la vittoria in tasca, ma gli è andata male. Il secondo posto è comunque importante per i punti recuperati in ottica campionato e perché è il terzo podio su quattro gare fino ad ora disputate. Ad Imola infatti, il brasiliano aveva vinto Gara 1 e si era piazzato secondo nella terza manche. Alex Dunne è riuscito a strappare il terzo gradino del podio. L’irlandese di US Racing rimane leader del campionato ed unico, fino ad ora, ad aver visto il podio in tutte e 4 le gare disputate in questo avvio di stagione.

Dopo avere occupato fin dal via la quinta posizione, Dunne ha approfittato con astuzia di un errore di James Wharton e Charlie Wurz, in lotta tra loro e finiti larghi. Wurz alla fine ha concluso quarto, mentre Wharton, che fin dal via aveva tenuto la terza piazza, ha visto la bandiera a scacchi al quinto posto davanti a Conrad Laursen.

Clamorosa la gara di Maya Weug. Nona al via, la ragazza di Iron Lynx e del programma FDA, ha concluso settima dopo essersi sbarazzata con un sorpasso bello quanto duro si Marcus Amand, mentre Kacper Sztuka, che partiva davanti a lei, si è ritirato al 1° giro per un contatto. Nella top 10 hanno terminato anche Nikita Bedrin ed Emerson Fittipaldi, decimo ed ai primi punti.

Secondo italiano al traguardo è Alfio Spina, 12° dopo essere partito dalla 17ª piazzola, mentre Brando Badoer ha concluso 14° recuperando sei posizioni. Primo giro piuttosto caotico con Taylor Barnard che ha subito danneggiato l’ala, Ivan Domingues e Martinius Stenshorne giratisi ognuno per conto proprio, Frederik Lund che ha colpito Pedro Perino in rettifilo scatenando le ire del portoghese, oltre al ritiro di Ethan Ischer e, come detto sopra, di Sztuka.

credits: ACI Sport
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Moto2: Celestino Vietti conquista a sorpresa la pole position a Barcellona Successivo MotoAmerica: Scholtz al primo successo stagionale a Road America

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.