F4 Italia: Rafael Câmara trionfa ad Imola nella prima stagionale

credits: ACI Sport

Il pilota della Prema sfrutta il guasto tecnico del compagno Andrea Kimi Antonelli e si difende bene dagli attacchi di Dunne sul finale

Va a Rafael Câmara e al team Prema la prima vittoria stagionale dell’Italian F4 Championship 2022. All’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, il brasiliano della Ferrari Driver Academy si è imposto dopo un bel duello nei giri iniziali con il compagno di squadra Andrea Kimi Antonelli, partito dalla pole. Câmara ha più volte tentato l’attacco, ma il pilota Junior Mercedes si è difeso sempre bene, fino al 10° giro, quando è avvenuto un clamoroso colpo di scena: Antonelli sul rettifilo di arrivo si è fatto da parte rallentando, afflitto da un problema tecnico.

Il brasiliano ha così avuto via libera, ma tra una Safety Car e l’altra si è dovuto guardare da un aggressivo Alex Dunne. L’irlandese del team US Racing, quinto al primo giro, è risalito con forza superando Taylor Barnard e Nikita Bedrin, fino a raggiungere proprio Câmara. Dunne si è però dovuto accontentare della seconda posizione precedendo un ottimo Bedrin. Prova consistente per James Wharton, altro ragazzo della FDA e schierato da Prema, quarto al traguardo.

Martinius Stenshorne ha fatto sua la quinta piazza avendo ragione di Barnard, il quale rispetto ai giri iniziali ha perso velocità. Nella top 10, oltre a Charlie Wurz, Marcus Amand ed Ivan Domingues, troviamo anche Maya Weug, protagonista di una corsa di altissimo livello con la Tatuus del team Iron Lynx, proprio dietro al portoghese suo compagno di squadra.

Clamoroso recupero di Alfio Spina, precipitato 27° al 1° giro e 12° al traguardo. Una prova di forza, per il pilota italiano, che l’ha visto chiudere in scia ad Emerson Fittipaldi Jr. Buona gara anche per la ragazza russa Victoria Blokhina, 17ª. Andrea Frassineti si è ben comportato tagliando il traguardo in 20ª posizione con il team di famiglia Cars Racing.

Tanti i ritiri, con il messicano Ricardo Escotto subito a muro. Brando Badoer si è fermato per problemi tecnici, ma ha lasciato la vettura in pista e non a lato, chiamando in causa la Safety Car. Uscita per Conrad Laursen alla Rivazza 1, tradito dalla frenata di Wharton davanti a sé e finendo in testacoda nella ghiaia. Gran botto per Frederik Lund, che in frenata al Tamburello ha tamponato Arias Deukmedjian volando contro le barriere. Uscita anche per Oleksandr Partyshev, spinto nella ghiaia.

credits: ACI Sport
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente MXGP: Jorge Prado assente a Maggiora Successivo W Series: Nerea Martí in pole a Miami per Gara 1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.