FE: Brilla la Porsche in Messico. Wehrlein vince davanti a Lotterer

credits: Twitter Formula E

Con una perfetta gestione dell’energia, la casa di Stoccarda conquista una strepitosa doppietta nel terzo round stagionale

Dopo un anno di assenza l’Autódromo Hermanos Rodríguez ha finalmente ospitato nuovamente una gara di Formula E, che l’anno scorso si era corsa all’Autódromo Miguel E. Abed di Puebla in un doppio round nel quale a vincere furono Lucas di Grassi ed Edoardo Mortara. L’attesa di due anni di rivedere una gara sullo storico tracciato messicano è stata ben ripagata con una delle gare più divertenti nella storia della serie elettrica, con tantissimi sorpassi e grande spettacolo in pista.

Dopo una grande qualifica, nella quale ha conquistato la pole position, Pascal Wehrlein ha conquistato una splendida vittoria seguito a ruota dal compagno di squadra André Lotterer, che hanno regalato alla Porsche una bellissima doppietta nel terzo round stagionale. Con una gestione perfetta dell’energia, la coppia della casa di Stoccarda ha rifilato oltre 7 secondi a tutti gli altri, procedendo in parata durante gli ultimi 10 minuti di gara senza darsi fastidio.

Privato del successo l’anno scorso, Wehrlein ha capitalizzato dalla pole position nonostante avesse dovuto soccombere a Mortara, grandissimo nelle fasi iniziali, ma che ha spinto troppo per creare uno strappo, ritrovandosi poi con poca energia da gestire mentre veniva attaccato da Robin Frijns, il quale ha guidato magistralmente incurante di aver spinto troppo e di essere rimasto anche lui a corto di energia.

Al via Mortara ha subito cercato di prendersi la prima posizione, ma Wehrlein ha fatto le spalle grosse ed ha mantenuto la leadership, salvo poi perderla qualche passaggio dopo in maniera piuttosto strana: il tedesco, infatti, è sembrato avere un buco di potenza nel rettilineo principale, cosa che è accaduta anche a Lotterer. Le due Porsche hanno poi perso le posizioni anche a vantaggio delle DS Techeetah, con Jean-Éric Vergne ed António Félix da Costa che sono entrati virtualmente in zona podio, con quest’ultimo che ha anche perso la carenatura della ruota anteriore sinistra dopo un contatto con Wehrlein mentre il tedesco stava andando ad attivare l’Attack Mode nella zona dello stadio.

I problemi della Porsche, però, erano solo apparenti, con Wehrlein e Lotterer che invece hanno attuato una strategia perfetta sulla gestione dell’energia, preservando la durata delle batterie per poi sfogarsi nella seconda parte di gara, nella quale sono riandati all’attacco delle DS e poi di Mortara, che nel frattempo ha cominciato ad accusare il calo di percentuale residua della batteria.

Le due Porsche sono così tornate al comando con Wehrlein davanti a Lotterer, che hanno marciato costantemente sul passo dell’1:10, mentre tutti gli altri viaggiavano intorno all’1:12. In questo frangente Vergne e da Costa hanno potuto sfruttare una maggior percentuale di energia residua rispetto a Mortara e Frijns, con Vergne che ha poi concluso sul terzo gradino del podio davanti al compagno di squadra portoghese.

Le grandi difficoltà di Mortara e Frijns non gli hanno impedito di darsele di santa ragione, regalandoci grandi emozioni proprio sul finale, con il pilota della Venturi che è riuscito a portare la propria vettura al traguardo in 5ª posizione, mentre l’olandese della Envision Racing ha dovuto cedere all’attacco di Nyck de Vries, che ha così conquistato il 6° posto prendendo anche il punto addizionale del giro veloce, nonostante a siglarlo fosse stato Lucas di Grassi, che però ha concluso in 12ª posizione, perdendo la possibilità di avere il punto addizionale.

Dopo una qualifica disastrosa, Sébastien Buemi è stato autore di una grande rimonta dalla 18ª posizione iniziale, chiudendo in 8ª davanti al compagno di squadra Maximilian Günther, mentre a completare la top 10 è stato Jake Dennis. Come per i piloti della Porsche, anche questi ultimi 3 sono stati molto bravi nella gestione dell’energia, riuscendo ad entrare in zona punti nel corso dell’ultimo giro, quando l’energia di Stoffel Vandoorne, Nick Cassidy, Oliver Rowland e Mitch Evans si è quasi completamente esaurita.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente FE: Mortara sbaglia al traguardo e regala la pole in Messico a Wehrlein Successivo F3 Asia: Pasma trionfa a Dubai in Gara 2

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.