FE: Mitch Evans trionfa a Seoul in Gara 1 e rimanda la festa di Vandoorne

Il pilota della Jaguar conquista la leadership al primo giro e la mantiene per tutta la contesa. Vandoorne chiude 5° ed è ad un passo dal titolo

A Seoul s’impone Mitch Evans nel primo ePrix: è stato il pilota della Jaguar ad aggiudicarsi la quindicesima prova e penultimo round del Mondiale 2022 di Formula E. Quella in Corea del Sud è la sesta vittoria, la quarta della stagione, per Evans nella categoria elettrica, che gli permette di tenere aperto il campionato riducendo il distacco da Stoffel Vandoorne a 21 punti, con il belga della Mercedes quinto. Completano il podio Oliver Rowland e Lucas Di Grassi, con Vandoorne che dovrà aspettare domani per cercare di laurearsi Campione del Mondo. Esce dalla lotta per il titolo Edoardo Mortara ritirato.

Al via Evans prende la testa della corsa con un grande spunto, prima superando Rowland e poi Lucas Di Grassi, seguiti da Jake Dennis, Mortara, Jean-Éric Vergne e Vandoorne. Ottima partenza anche del nostro Antonio Giovinazzi, nono; alle sue spalle un incidente che vede coinvolti Nyck de Vries, Sébastien Buemi, André Lotterer, Dan Ticktum ed Oliver Askew causa la bandiera rossa. Alla ripartenza Evans difende la prima posizione e tenta subito di allungare, mentre Vergne tocca Mortara che viene passato da Vandoorne.

Evans porta a metà gara il vantaggio su Rowland a quasi due secondi. Mortara, dopo essere stato superato anche da Wehrlein ad undici minuti dalla bandiera a scacchi, ed aver subito una penalità di 5 secondi ad inizio gara, è costretto a dire addio al titolo per un problema tecnico. L’ultimo colpo di scena è il ritiro di Alexander Sims a due minuti dal termine, che fa concludere la gara dietro la Safety Car, e congela le posizioni, con Evans che rinvia la festa di Vandoorne, e tiene aperte le speranze di vincere il Mondiale.

Accanto a lui sugli altri due gradini del podio salgono Rowland e Di Grassi, precedendo Dennis che nel finale ha tolto il punto per il giro veloce ad Evans, Vandoorne che pensando al campionato non ha corso rischi sul bagnato, e taglia il traguardo quinto, e Vergne. Completano la zona punti Pascal Wehrlein, Robin Frijns, António Félix da Costa, fuori dalla top 10 Maximilian Günther, Sérgio Sette Câmara e Norman Nato, chiamato dalla Jaguar per sostituire l’infortunato Sam Bird.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente DTM: Theo Oeverhaus debutta al Nürburgring con Walkenhorst Motorsport Successivo Moto2: Taiga Hada correrà il resto della stagione con il SAG Racing Team

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.